×

Pompeo attacca la Cina: “Mondo libero trionfi su questa nuova tirannia”

Mike Pompeo definisce la Cina una nuova tirannia e la potenza orientale ordina la chiusura del consolato americano a Chengdu.

mike-pompeo

Parlando dalla biblioteca presidenziale di Richard Nixon, il segretario di Stato americano Mike Pompeo ha sferrato un duro attacco alla Cina definendola una nuova tirannia contro la quale si è auspicato un trionfo del mondo libero.

Pompeo definisce la Cina una tirannia

Si tratta dell’ennesima invettiva alla potenza cinese da parte degli Stati Uniti che hanno affermato per bocca di Pompeo che il vecchio paradigma è fallito e la ricerca di intese con la Cina non va portata avanti. Gli attacchi riguardano diversi campi: dal commercio alla finanza, dagli scambi tecnologici ai visti, dalla sanità alle forze armate ritenute sempre più potenti e minacciose. Il segretario ha poi menzionato la repressione a Hong Kong e nello Xinjiang e il colpo subito dalle aziende americane a causa delle statistiche sul commercio estero cinese.

Nella credenza che coinvolgerla avrebbe generato un futuro di cooperazione, “oggi siamo qui a indossare maschere e a fare il conteggio dei morti della pandemia perché il partito comunista cinese ha tradito le sue promesse“.

Cina chiude consolato Usa a Chengdu

Dopo le tensioni nate con l’America e il suo provvedimento che ha colpito la rappresentanza consolare cinese di Houston (Texas), la Cina ha ordinato la chiusura del consolato americano di Chengdu.

Il ministro degli Esteri ha spiegato in una nota che la misura rappresenta una risposta legittima e necessaria “alle azioni irragionevoli degli Usa e conformi al diritto e alle norme di base dei rapporti internazionali, nonché alle pratiche diplomatiche“.

Contents.media
Ultima ora