> > Europei 2016: il percorso della Cecoslovacchia

Europei 2016: il percorso della Cecoslovacchia

4686301 701x394

La Cecoslovacchia arriva agli Europei 2016 con una qualificazione decisamente importante: si classifica difatti seconda con 22 punti, alle spalle della favorita Spagna. Sono tante le soddisfazioni per gli uomini di Kozac, una su tutte, aver battuto i campioni in carica. La squadra si presenta in ...

La Cecoslovacchia arriva agli Europei 2016 con una qualificazione decisamente importante: si classifica difatti seconda con 22 punti, alle spalle della favorita Spagna.

Sono tante le soddisfazioni per gli uomini di Kozac, una su tutte, aver battuto i campioni in carica.

La squadra si presenta in netta trasformazione rispetto agli altri anni e considera numeri giocatori giovani: oltre al capitano e top player che non ha bisogno di molte presentazioni, Marek Hamsik, vi sono i trequartisti Mak e Weiss, molto convincenti nell’impostazione di gioco. Brilla anche Ondrej Duda, il più giovane della selezione slovacca, anche se non ha trovato per il momento uno spazio ben definito nel modulo di gioco.

Per la prima volta la Slovacchia accede alla competizione europea: come il Galles, anch’essa possiede tutte le carte in regola per disputare un buon torneo. Fisicità, solidità difensiva, velocità (soprattutto sugli esterni) sono alcune delle parole chiave per comprendere il gioco espresso dalla squadra di Kozac. Hamsik sarà il trascinatore, come Gareth Bale per il Galles, e su di lui punta tutta la federazione e tutti i tifosi: assisteremo ad una lotta serrata e carica di tensione.

La Cecoslovacchia, con il suo baricentro calcistico in piena esplosione, potrebbe essere una sorpresa molto ostica per i grandi team europei.