> > Fiumicino, consigliere comunale bestemmia durante una seduta: "Io devo parlar...

Fiumicino, consigliere comunale bestemmia durante una seduta: "Io devo parlare, porco..."

Claudio Cutolo

Polemiche per il consigliere comunale Claudio Cutolo, che ha aperto il suo intervento con una bestemmia.

Un consigliere comunale di +Europa di Fiumicino, nella città metropolitana di Roma Capitale, Claudio Cutolo, ha sollevato alcune polemiche dopo la sua bestemmia durante il consiglio comunale di giovedì 29 settembre 2022.

Il consigliere comunale Claudio Cutolo bestemmia all’inizio dell’intervento

Il tema affrontato nella seduta era particolarmente delicato: gli autisti dei mezzi pubblici sono rimasti senza stipendio e i ragazzi non hanno modo di andare a scuola. Per questo molti genitori hanno protestato chiedendo l’aiuto dall’amministrazione comunale e del sindaco Esterino Montino. Una delegazione di mamme è anche stata ricevuta dal vicesindaco Ezio Di Genesio Pagliuca.

I consiglieri di opposizione del centrodestra hanno ampiamente contestato questa scelta e chiesto alla giunta di riferire in aula quanto discusso e stabilito, minacciando di lasciare il consiglio comunale.

Proprio mentre l’opposizione chiedeva di interrompere la seduta, ha preso la parola Claudio Cutolo, bestemmiando all’inizio dell’intervento: “Oh, io devo parlare, porco… io devo parlare, e basta, e daje, ancora ce parlate? Dobbiamo continuare a lavorare, non me ne frega niente. Parlo uguale. Non me frega un c…, parlo uguale”.

“La presidente del consiglio comunale non ha mosso un dito, è offensivo”

“Sentire in un’aula istituzionale risuonare una bestemmia è una cosa intollerabile, da tutti i punti di vista.

Poi ci si lamenta se le istituzioni perdono di credibilità e la gente si allontana dalla politica. Vedere poi la presidente del consiglio comunale non muovere un dito, non richiamare, non stigmatizzare questo clamoroso errore, e dunque ignorare volontariamente la cosa probabilmente perché nata da un compagno di partito, è addirittura più offensivo. Perché se il primo episodio nasce da una reazione umorale, comunque da condannare, il secondo è frutto di una scelta ben precisa, che nulla ha a che vedere con la democrazia“, hanno scritto in una nota Maricetta Tirrito, responsabile di Laboratorio Una Donna, e Alessio Berardo, rappresentante del Terzo Polo. 

“Il Comune pagherà gli stipendi di agosto agli autisti”

“Dopo un’attenta verifica delle norme in materia e in accordo con la società Trotta Bus Service, sarà il Comune a pagare direttamente gli stipendi di agosto ai dipendenti dell’azienda che gestisce il nostro trasporto pubblico“, ha dichiarato Ernestino Montino come risposta al problema sollevato dai genitori.

Leggi anche: Annessione delle regioni ucraine, Meloni: “Non ha valore, è una minaccia alla sicurezza Ue”

Leggi anche: Roberto Saviano: “Matteo Salvini di nuovo al Viminale sarebbe un atto criminale”