> > Roberto Saviano: "Matteo Salvini di nuovo al Viminale sarebbe un atto criminale"

Roberto Saviano: "Matteo Salvini di nuovo al Viminale sarebbe un atto criminale"

Saviano

Il famoso scrittore Roberto Saviano si scaglia su Facebook contro Matteo Salvini, facendo riferimento ad un possibile ritorno al Viminale del leghista

Fra Roberto Saviano e Matteo Salvini non è mai corso buon sangue: sono, infatti, celebri diversi casi del passato in cui i due si sono scambiati frecciate di ogni tipo.

L’ultimo attacco è stato sferrato dallo scrittore, che ha utilizzato il suo profilo di Facebook per scagliarsi contro il leader della Lega.

Il messaggio di Saviano contro Salvini: “Lui di nuovo al Viminale sarebbe un atto criminale”

Il giornalista e scrittore napoletano, noto soprattutto per l’apprezzatissima opera ‘Gomorra‘, si è lasciato andare ad un lungo sfogo sul suo profilo di Facebook, in cui ha nuovamente attaccato Matteo Salvini e la Lega:Matteo Salvini è già stato al Viminale, ed è stato un disastro epocale.

A conferma di quanto appena scritto, aggiunge anche una foto con una didascalia molto chiara: Matteo Salvini di nuovo al Viminale sarebbe un atto criminale.”

Le parole di Saviano: ci sarà una risposta da parte di Salvini?

Lo scritto poi prosegue, spiegando: Matteo Salvini ha compiuto atti folli per avere consenso. Ha sequestrato esseri umani per ragioni di propaganda politica, pensando di poterlo fare impunemente. Matteo Salvini ha intimidito e minacciato qualunque voce critica nei suoi riguardi.

Ha intimidito e minacciato utilizzando la struttura stessa del Ministero degli Interni, gettando enorme discredito sulle istituzioni repubblicane. Io stesso sono stato querelato da lui, su carta intestata del Viminale, nel silenzio indegno del governo di cui era parte.” Al momento il leader del Carroccio non ha ancora risposto all’uscita di Saviano, ma è lecito aspettarsi che lo faccia molto presto, utilizzando come di consueto i suoi canali social.