×

Giappone, due persone morte dopo aver ricevuto le dosi contaminate del vaccino Moderna

Due persone sono morte dopo aver ricevuto le dosi contaminate del vaccino Moderna, che è stato bloccato in Giappone.

Moderna

Due persone sono morte dopo aver ricevuto le dosi contaminate del vaccino Moderna, che è stato bloccato in Giappone. Erano arrivate molte segnalazioni a causa di alcuni lotti contaminati di questo vaccino.

Giappone, due morti per dosi contaminate di Moderna

Due persone sono morte dopo aver ricevuto le dosi del vaccino Covid di Moderna. Provenivano da un lotto che, come è emerso in seguito, conteneva degli agenti contaminati. Il lotto è stato subito sospeso, come ha spiegato il ministero della Sanità di Tokyo. Sono deceduti due uomini intorno ai trent’anni. Il decesso purtroppo è avvenuto pochi giorni dopo la somministrazione della seconda dose del vaccino. Le cause della morte sono ancora da accertare.

Per il momento non ci sarebbero altre vittime o danni gravi segnalati, ma l’attenzione è molto alta per le persone che hanno ricevuto quelle dosi. 

Giappone, due morti dopo vaccino Moderna: è stato bloccato

Il 26 agosto il Giappone ha deciso di sospendere l’utilizzo di 1,63 milioni di dosi di vaccino Moderna, che erano state consegnate a 863 centri vaccinali in tutto il Paese. L’azienda che si è occupata della distribuzione dei vaccini, Takeda Pharmaceutical, aveva spiegato di aver ricevuto la notizia della presenza di agenti contaminanti in diverse fiale.

Il governo giapponese e la casa farmaceutica Moderna hanno spiegato di non aver identificato nessun tipo di problema di sicurezza o di efficacia nei vaccini e hanno spiegato che la sospensione era da considerare in via precauzionale. Gli agenti contaminanti in questione sarebbero “particelle metalliche“, come svelato dall’emittente Nhk.

Giappone, due morti dopo vaccino Moderna: numerose segnalazioni

Il vaccino è stato sospeso dopo moltissime segnalazioni arrivate da otto centri vaccinali in cinque prefetture giapponesi: Aichi, Gifu, Ibaraki, Saitama e Tokyo.

Le sostanze sono state confermate in ben 39 fiale. Takeda ha richiesto a Moderna un’indagine interna. Per il momento le dosi sono state sospese. Il ministero della Salute ha invitato ad evitare la somministrazione di qualsiasi composto in cui siano evidenti delle anomalie. Questa sospensione porta inevitabilmente dei problemi di approvigionamento in Giappone, che fa affidamento su tre diversi vaccini che sono stati sviluppati all’estero, per portare avanti la sua campagna di vaccinazione contro il Covid-19. 

Contents.media
Ultima ora