> > Giorgia Meloni sul rastrellamento del ghetto di Roma: "Un orrore"

Giorgia Meloni sul rastrellamento del ghetto di Roma: "Un orrore"

Giorgia Meloni

Giorgia Meloni: "Il rastrellamento serva da monito affinché certe tragedie non si ripetino".

In occasione del 79esimo anniversario del rastrellamento del ghetto di Roma, Giorgia Meloni ha voluto fare alcune riflessioni.

La leader di Fratelli d’Italia ha dichiarato: “La vile e disumana deportazione di ebrei romani per mano della furia nazifascista: donne, uomini e bambini furono strappati dalla vita, casa per casa”. Meloni ha aggiunto in una nota: “Un orrore  che deve essere da monito perché certe tragedie non accadano più”. Per la leader di Fdi tale memoria deve essere conservata per combattere l’antisemitismo. 

Giorgia Meloni: “Il rastrellamento una memoria per tutti gli italiani”

Giorgia Meloni ha aggiunto in una nota che il rastrellamento è una “memoria  che sappiamo essere di tutti gli italiani, una memoria che serve a costruire gli anticorpi contro l’indifferenza e l’odio. Una memoria per continuare a combattere, in ogni sua forma, l’antisemitismo”. 

La Russa: “Una delle pagine più buie della nostra storia”

Anche il presidente del Senato Ignazio La Russa ha voluto dire la sua sul rastrellamento del ghetto di Roma.

Esso, ha spiegato La Russa, rappresenta “una delle pagine più buie della nostra storia”. Quel giorno infatti furono circa mille le persone, tra cui donne e bambini, strappate all’affetto delle loro famiglie e deportate ad Auschwitz. Solo sedici di loro tornarono a casa. L’esponente di Fdi ha specificato come sia dovere di tutti, istituzioni in primis, tramandare tale ricordo, affinché simili tragedie non accadano mai più.