I Dragoni Cinesi nell’arte - Notizie.it
I Dragoni Cinesi nell’arte
Guide

I Dragoni Cinesi nell’arte

Il Dragone è una figura simbolica che risale all’antica tradizione cinese. Ritroviamo questo soggetto sui bronzi, terrecotte e capi di abbigliamento anche all’inizio del nostro secolo. Il Dragone ha un aspetto ibrido ed è una creatura immaginaria, il cui corpo viene ricavato dalle caratteristiche di altri animali: il corpo dalla lucertola, gli occhi dal coniglio, le orecchie dalla mucca, ecc. Spesso viene raffigurato in vari colori e con ali simili a quelle del pipistrello.

Mentre nel Medioevo in Occidente tale figura aveva una valenza negativa, in Cina il Dragone è di buon auspicio ed è una creatura positiva. Secondo l’antica tradizione cinese, quando il Dragone appare in cielo è sempre foriero di abbondanza e ricchezza futura. Negli ultimi secoli il Dragone viene associato all’imperatore, e quindi viene considerato come animale emblematico del potere imperiale.

Gli artisti cinesi sono sempre stati affascinati da tale creatura mitologica, e lo hanno immortalato in dipinti e raffigurazioni pittoriche. Il primo artista a specializzarsi nel dipingere i Dragoni è stato Chen Rong (le cui produzioni si snodano dal 1235 al 1260). I suoi magnifici dipinti sono oggi conservati al Museo di Boston.

I primi Draghi raffigurati su ceramiche e bronzi nella Cina arcaica sono denominati “Kui”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*