×

In Sardegna l’acqua si spreca

default featured image 3 1200x900 768x576
acqua rubinetto

– Acqua in Sardegna –

La Sardegna è la seconda regione in Italia per percentuale di acqua potabile che va persa nelle condutture idriche. E’ emerso dal rapporto annuale dell’Istat sui consumi d’acqua potabile, pubblicato in occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua. Insieme alla Sardegna, le regioni più sprecone sono la Puglia, il Molise e l’Abruzzo. Se in Italia quasi la metà dell’acqua potabile immessa nelle rete idrica nazionale va persa, nell’Isola questo dato arriva addirittura all’85%.

Il dato dell’85% – uno dei peggiori in Italia – e’ molto negativo e sta a testimoniare le pessime condizioni della rete idrica della Sardegna: significa che su 100 litri immessi nella rete, 85 si perdono lungo la strada.

Unico segnale positivo: l’uso più attento della risorsa acqua fatto dai cittadini: nel 2009 il consumo pro capite per uso domestico, dato dalla media dei 115 comuni capoluogo di provincia, è stato pari a 68 metri cubi per abitante (186,6 litri al giorno), in calo dello 0,7% rispetto al 2008.

Per quel che riguarda l’acqua da bere, gli italiani sono in gran parte diffidenti al consumo diretto di acqua dal rubinetto e preferiscono bere dalle bottiglie. Il dato è molto marcato anche in Sardegna, dove il 49,8% della popolazione dichiara di non fidarsi a bere l’acqua dal rubinetto.

Contents.media
Ultima ora