×

L’infettivologo Cascio: “Stop alle mascherine per i ragazzi vaccinati contro il Covid”

L’infettivologo Cascio e la sua teoria sull'immunità indotta contro nuove varianti: “Stop alle mascherine per i ragazzi vaccinati contro il Covid”

Antonio Cascio

L’infettivologo Antonio Cascio non aveva alcuna intenzione di provocare quando lo ha detto, solo di fare il suo mestiere: “Stop alle mascherine per i ragazzi vaccinati contro il Covid”. 

Il professor Cascio vorrebbe lo stop alle mascherine e spiega qual è il motivo della sua teoria 

In buona sostanza l’infettivologo dell’università di Palermo e primario del Policlinico cittadino ha spiegato che in questo modo la Omicron può diventare a sua volta una sorta di scudo contro nuove varianti. Ha spiegato Cascio: “Credo che i più giovani che hanno già completato il loro ciclo vaccinale contro il Covid 19 dovrebbero smettere di usare la mascherina”. 

Omicron contagia tanto, non dà quasi sintomi ma rinforza il sistema immunitario, perciò per Cascio “stop alle mascherine” 

Poi il docente ha chiarito il concetto: “La variante Omicron si manifesta come un’influenza, in molti casi anche asintomatica, perciò i ragazzi vaccinati dovrebbero contagiarsi, in questo modo saranno molto più protetti contro una eventuale nuova variante che potrà arrivare. E allora perché far tenere le mascherine a scuola o in palestra?“. Sulla quarta ondata il professore vede il picco: “I casi continuano ad aumentare e la pressione sugli ospedali continua ad esserci ma è rappresentata da pazienti che non hanno sintomi respiratori gravi“. 

Lo stop alle mascherine invocato da Cascio e le corse in ospedale perché Omicron “fa paura”

La chiosa sulla variante Omicron:  “È meno aggressiva rispetto alla Delta ma la gente ha paura, febbre, sintomi influenzali e quindi corrono in ospedale. C’è ovviamente anche una coda di variante Delta che può essere però molto pericolosa”.

Contents.media
Ultima ora