> > Letta contestato a Roma durante la manifestazione per la pace: "Guerrafondaio...

Letta contestato a Roma durante la manifestazione per la pace: "Guerrafondaio", "filoamericano"

Enrico Letta

Il segretario del Pd ha dovuto rinunciare a sfilare in mezzo alla gente a causa dei duri insulti.

Il segretario uscente del Partito democratico Enrico Letta ha partecipato alla manifestazione per la pace in Ucraina organizzata a Roma sabato 5 novembre 2022 da Rete pace e disarmo, ma è stato pesantemente contestato dai partecipanti.

Letta costretto a rinunciare a sfilare in mezzo alla gente alla manifestazione per la pace

“Guerrafondaio”, “hai fatto affondare il partito”, “vaffa****o, vattene a casa, “sto filoamericano del c***o”, “povero cretino”, “fascista”, “co*****e”: queste sono alcune delle frasi urlate a Enrico Letta, che ha dovuto cambiare strada e, scortato, è andato verso il palco a San Giovanni, rinunciando a sfilare in mezzo alla gente.

La deve finire, sta ancora lì a capo del Pd dopo aver perso le elezioni.

Ancora aspetta per fare il Congresso e andarsene a casa”, ha commentato un manifestante.

“È naturale che ci siano tante idee diverse”

Dopo essere giunto in una zona più tranquilla, dove comunque non sono mancate altre contestazioni, Enrico Letta ha dichiarato che “la pace vuol dire difendere l’Ucraina. Sulle armi noi siamo coerenti con tutto quello che abbiamo fatto dal 24 febbraio in poi e continueremo a lavorare con i nostri alleati europei, questa è la logica per rendere le cose forti e fattibili”.

Un giornalista di Fanpage presente in piazza gli ha chiesto poi un commento sulle contestazioni, ma Letta ha glissato: “È naturale che ci siano tante idee diverse”.

Leggi anche: Manifestazione per la pace, da Milano Calenda attacca Conte: “È qualunquista”