> > Lite tra vicini ad Arezzo, albanese 57enne ucciso a colpi di fucile per aver ...

Lite tra vicini ad Arezzo, albanese 57enne ucciso a colpi di fucile per aver danneggiato una casa con una ruspa

lite vicini arezzo

Danneggia una villetta con una gru e il proprietario gli spara cinque volte: finisce in tragedia un’assurda lite tra vicini ad Arezzo.

Ha dell’assurdo quanto successo ad Arezzo dove una lite tra vicini è degenerata in una violenta aggressione che si è conclusa con la morte di un uomo albanese di 57 anni.

Lite tra vicini ad Arezzo, albanese 57enne ucciso a colpi di fucile

È finita in tragedia la lite tra vicini che si è consumata a San Polo, frazione di Arezzo, nella serata di giovedì 5 gennaio. Intorno alle 20:30, Un cittadino di origini albanesi ha, infatti, preso d’assalto la villetta di un vicino, un italiano di 53 anni, con una ruspa. Il proprietario della villetta, allora, ha afferrato un fucile e ha sparato cinque colpi al 57enne.

Quattro proiettili hanno colpito la vittima che è brutalmente deceduta.

Il cittadino italiano è stato arrestato dai carabinieri del comando provinciale e della compagnia di Arezzo con l’accusa di omicidio.

La vittima ha danneggiato la casa del killer con una ruspa: edificio inagibile

Sulla base delle ricostruzioni sinora effettuate, pare che il drammatico evento si sia verificato per futili motiviriconducibili a pregressi dissidi di vicinato. Pochi minuti prima degli spari, i militari hanno constatato che la vittima, alla guida dell’escavatore di sua proprietà, aveva effettuato alcune manovre all’interno del piazzale situato dinanzi alle abitazioni dei due litiganti.

Durante le manovre, il 57enne avrebbe danneggiato quattro auto parcheggiate, tutte di proprietà dell’uomo arrestato. Successivamente, avrebbe colpito con la benna del mezzo le mura e il tetto della villetta del 53enne, causando importanti danni strutturali all’edificio all’interno del quale l’italiano arrestato stava cenando in compagnia della sua famiglia.

L’accaduto ha fatto esplodere l’ira del 53enne che ha imbracciato il fucile e ucciso il vicino. Il soggetto, dopo l’arresto, è stato trasferito nel carcere di Arezzo in attesa dell’interrogatorio di garanzia.

Intanto, le forze dell’ordine hanno dichiarato inagibile l’abitazione assaltata con la ruspa.

La salma del cittadino albanese, invece, è stata portata all’istituto di medicina legale dell’ospedale di Siena presso il quale verranno condotti gli accertamenti medico-legali disposti dalla Procura.