×

Ludovico Aldasio, il Content Creator che sta portando l’Italia nel mondo

foto articolo

Chi non conosce ancora Ludovico Aldasio? Tutti almeno una volta abbiamo visto uno dei suoi video su Instagram che durante la pandemia sono diventati popolari non solo in Italia ma anche fuori dai confini nazionali o sentito il suo motto “Vivete con classe come me: Ludovico Aldasio”. Ad oggi è uno dei personaggi più influenti sui Social guadagnandosi in questi mesi la posizione del Content Creator rivelazione dell’anno, ma quanto ne sappiamo su di lui? Andiamolo a scoprire insieme.

L’infanzia e la scuola

Ludovico Aldasio ha ventidue anni, è nato a Gallarate ed è cresciuto nella periferia della provincia di Varese, a Lonate Pozzolo.

“Trascorrevo le mie giornate da bambino a giocare a basket e riprendermi con la telecamera di mio padre”.

Con il primo cellulare arrivano anche i primi video:“Con gli amici inventavamo di pomeriggio sketch e postavamo le nostre creazioni su YouTube, ovviamente senza avere visualizzazioni o seguito, ma per noi era puro divertimento senza guardare il riscontro dei numeri”.

Ludovico Aldasio è diplomato al Liceo Linguistico, infatti parla fluentemente inglese, spagnolo e tedesco ed è laureato in Lettere e Filosofia.

Il successo su Instagram

Per Ludovico il successo sulla piattaforma Social più conosciuta al mondo è arrivato in un modo molto casuale: “Ho iniziato a pubblicare video su Instagram per divertimento, creando un format in cui auguravo il buongiorno, scegliendo di farlo in tutte le lingue del mondo, così da poter arrivare a chiunque; questa idea si è rivelata vincente consentendomi di finire in tendenza in vari paesi stranieri tra cui Inghilterra, Francia, Spagna e Portogallo”.

Prosegue il 22enne dichiarando che: “Ho sempre amato far ridere le persone e dar loro momenti di spensieratezza in questo modo pieno di problemi, adesso sto lavorando per puntare al cinema ed alla televisione, l’importante è crederci”.

“Ad oggi so che la mia forza oltre all’ironia ed alle espressioni del mio volto è anche senza dubbio lo stile ed il vestiario che indosso, dalle ciabatte ai piedi, al papillon colorato, camicia anni ‘60, giacche e via dicendo”.

“Sono consapevole di aver dato vita ad una nuova tipologia di intrattenimento, sia dall’inizio con il format del buongiorno sia ora lavorando a contenuti realizzati con effetti speciali”.

Tra radio e televisione

Ludovico Aldasio ha iniziato il suo percorso in radio in una piccola emittente web locale di paese per poi passare ad una radio fm che gli dà la possibilità di poter accedere ad un canale televisivo nazionale. Grazie al suo successo sui Social Ludovico porta il suo format del buongiorno il giorno di Pasqua su Rai 1 al programma di Marco Liorni “ItaliaSì”; che si rivela un vero successo per il giovane influencer ballando a ritmo di “Gonna Make You Sweat”.

Il giovane creator fa ritorno su Rai 1 per una intervista durante “Estate in diretta” mentre si trovava a Capri per un evento insieme a Valeria Marini. È stato inoltre opinionista ad un programma su La7.

“Ricordo ancora perfettamente le prime volte in radio, l’atmosfera romantica di quel mondo che bramavo conoscere, non avevo ascolti, però ci credevo in quello che stavo facendo e per me era come andare a giocare a calcio con gli amici, il mio passatempo personale, per cui ho continuato prefissandomi gli obiettivi da centrare e raggiungere”.

“Per me è fondamentale saper strappare un sorriso alle persone in un’epoca come questa, corcederete a chiunque di trovare uno svago nei miei video durante le giornate”.

L’impegno nel sociale

Ludovico Aldasio è da mesi molto attivo anche sul fronte del sociale, infatti è Ambassador di Unicef Italia, collabora inoltre con Medici Senza Frontiere, Bulli Stop, ossia il centro nazionale contro il bullismo in Italia e WWF Italia per prevenire il rischio di estinzione di specie d’animali.

Il Content Creator ha espresso varie volte l’importanza del suo impegno nel sociale in quanto lo fa stare meglio aiutare le persone.

Le idee per il futuro

Tra i progetti futuri oltre a radio, televisione non manca quello di fare l’attore: Sono cresciuto con molti miti, come Steve Carell, mia principale ispirazione ma anche Kevin Hart, Ed Helms e moltissimi altri. Ho sempre rivolto uno sguardo verso la cinematografia internazionale, per lo più americana, perché amo quella tipologia di risata super spontanea”.

Il suo sogno rimane quello di condurre un programma televisivo e più volte ha espresso il desiderio di tornare ai microfoni di una radio.

Contents.media
Ultima ora