×

Luigi Capasso, le telefonate in onda a Pomeriggio Cinque

Le telefonate di Luigi Capasso trasmesse da "Pomeriggio Cinque" risultano inquietanti: "Non vi farò mai male".

Luigi Capasso
Luigi Capasso, le telefonate in onda a Pomeriggio Cinque

Luigi Capasso aveva premeditato tutto. Oramai, man mano che continuano gli accertamenti e le indagini sulla strage commessa a Cisterna di Latina il 2 marzo 2018, appare sempre più evidente che dietro il folle gesto dell’uomo che ha sterminato la sua famiglia ci fosse della premeditazione.

Luigi Capasso e la telefonata con la moglie

Appurato, dopo aver scoperto che Luigi Capasso aveva già lasciato alcune lettere e i soldi per poter provvedere a pagare i funerali della sua famiglia, che si è trattato di un piano che probabilmente l’uomo aveva messo a punto già da diverso tempo.

Man mano che le indagini procedono, si scoprono purtroppo sempre più particolari agghiaccianti della strage familiare compiuta dall’uomo nelle prime ore di una giornata che rimarrà tragica nei ricordi di moltissime persone, anche di coloro che non conoscevano personalmente i protagonisti di questo dramma.

A Pomeriggio Cinque la telefonata con la moglie

“Non vi farò mai male”, queste le parole, in un certo senso tragicamente evocative e premonitrici, che Luigi Capasso ha pronunciato, parlando al telefono, prima di ferire in maniera grave sua moglie tratta in trappola, uccidere le sue due figlie, di 8 e 13 anni, e poi puntare la sua stessa arma contro se stesso e uccidersi.

Sono terribili, davvero da brividi, quelle parole che si sentono e che sono pronunciate dallo stesso Capasso, pronunciate nel corso di una telefonata, che lui stesso aveva registrato in uno di suoi folli momenti in cui andava probabilmente definendo il suo folle piano, e che risale solo a pochi mesi prima della strage.

La registrazione, le sue terribili parole, sono state diffuse nella giormata di ieri, venerdì 2 marzo, dalla trasmissione Pomeriggio Cinque condotta da Barbara D’Urso.

L’uomo, a quanto spiegato durante il corso della messa in onda dello show di Canale Cinque, chiamava sua moglie, Antonietta Gargiulo, e la pregava di poter parlare con la loro figlia più grande, ovvero la piccola Alessia.

Luigi Capasso

Le parole di Antonietta Gargiulo

Nella registrazione si sente la voce della donna, ovviamente alterata e per nulla tranquilla, che risponde all’uomo dicendo che dovevano essere le due ragazze a sentirsela e a decidere se vedere, o meno, il padre. Il clima, infatti, era tra i due coniugi molto teso, ma comunque Antonietta Gargiulo cercava a non mettere di mezzo le bambine, a non far pesare loro, ancora di più, la situazione tesa che c’era tra marito e moglie.

La donna, così come si sente nella telefonata, che rappresenta un momento decisamente toccante, in un primo tempo chiarisce quindi di voler rispettare i desiderata delle bambine, e poi decide di passare all’uomo la figlia, in maniera che i due possano parlare.

La telefonata con la figlia Alessia

Parlando con la ragazzina, con sua fglia, Luigi Capasso chiede alla piccola Alessia se vuole uscire con lui, ma la babina prende tempo, sembra essere indecisa e anche preoccupata, ed è a questo punto che l’uomo decide di rassicurarla.

L’uomo, infatti, pronuncia delle parole che, soprattutto alla luce di ciò che è accaduto a seguire, raggelano il sangue: “Non ti preoccupare a papà, non ti faccio niente”, e la bambina, forse colpita da una tale affermazione, risponde: “Lo so che tu non mi faresti mai del male.”

Però, e tutto si fa ancora più triste e tragico, non finisce certo qui, visto che Luigi Capasso, senza nemmeno far finire di parlare la piccola Alessia, ribadisce le parole che aveva da poco pronunciato, aggiungendo un: “No, mai mai”.

Leggi anche