> > Manovra 2023: i dettagli su social card e congedo parentale

Manovra 2023: i dettagli su social card e congedo parentale

Governo Meloni

Firmata la manovra 2023 dal Governo Meloni: tra le novità, la social card come sussidio per la spesa e l'aumento del congedo parentale

Il presidente del Consiglio Giorgia Meloni ha firmato negli ultimi giorni la manovra di Bilancio 2023, che dovrà essere approvata entro il prossimo 31 dicembre.

Per un valore di 35 miliardi di euro, sono previsti interventi su vari aspetti. Tra gli altri – dal fisco alle pensioni, passando per l’energia e la sanità – vediamo in cosa consistono le misure sulla social card e il congedo parentale.

Nuove misure per aiutare le famiglie

Accanto all’aumento dell’assegno unico per chi ha figli, si pone la già tanto discussa social card: si tratta di un aiuto per fare la spesa, sostenuto ulteriormente dall’abbassamento dell’Iva su alcuni prodotti per le donne e per l’infanzia.

L’assegno unico, invece – per cui il nuovo governo ha stanziato 610 milioni di euro – è maggiorato del 50% per il primo anno di vita dell’infante (e aumenta di un ulteriore 50% nelle famiglie composte da tre o più figli).

Il nuovo congedo parentale: come funziona

La manovra 2023 prevede anche un mese (facoltativo) in più di congedo parentale, retribuito all’80%. C’è la possibilità per le famiglie di beneficiarne per i primi sei anni di vita dei figli ed è stato definito dal presidente Meloni «una sorta di salvadanaio del tempo, per non ritrovarsi in condizioni economiche difficili».