> > Manovra, FI: "Pensioni minime a mille euro possibili solo dopo la revisione d...

Manovra, FI: "Pensioni minime a mille euro possibili solo dopo la revisione del Reddito di Cittadinanza"

Forza Italia

Manovra, Cattaneo di FI parla delle pensioni minime a mille euro: "Possibili solo dopo la revisione del Reddito di Cittadinanza"

Dopo la discussione sulla manovra tra il presidente Meloni e i capigruppo della maggioranza, il capogruppo alla Camera di Forza Italia Alessandro Cattaneo si è espresso riguardo un nuovo intervento sulle pensioni minime, che sarà però subordinato a una revisione del Reddito di Cittadinanza.

La Meloni gioca a carte scoperte

Un’ora e mezza dentro Palazzo Chigi. Tanti i temi toccati della manovra di Bilancio da approvare entro fine anno, per un tesoretto a disposizione che, stando ai dati dell’Agi, ammonterebbe a 400 milioni di euro. E poi, la volontà espressa dalla Meloni riguardo la ricerca di una linea comune, che garantisca l’approvazione degli emendamenti nel migliore dei modi e nei tempi previsti.

La stessa si è resa disponibile «tutto il tempo necessario», festivi compresi, pur di riuscire al meglio negli obiettivi programmati.

FI sulle pensioni minime e il Reddito di Cittadinanza

Confermando la volontà di FI di restare compatto all’interno della maggioranza, Cattaneo prende la parola riguardo la proposta di portare le pensioni minime a mille euro: «Non era un obiettivo realizzabile ora, penso che il grosso delle pensioni sarà sul tavolo che convergerà sulla revisione complessiva del Reddito di Cittadinanza.

[…] Gli ultimi aumenti erano stati fatti dal Governo Berlusconi e ci voleva Forza Italia per aumentarle». Il capogruppo di FI si esprime anche riguardo l’impegno del suo partito sulla detassazione dei giovani neo assunti.