> > Matteo Messina Denaro atteso in collegamento nell'aula di Caltanissetta: la s...

Matteo Messina Denaro atteso in collegamento nell'aula di Caltanissetta: la sedia è rimasta vuota

Matteo Messina denaro

Matteo Messina Denaro era atteso in collegamento nell'aula bunker di Caltanissetta, per il processo d'appello, ma la sua sedia è rimasta vuota.

Matteo Messina Denaro era atteso nell’aula bunker del carcere Malaspina di Caltanissetta per una videoconferenza durante il processo d’appello.

Il collegamento video con il carcere de L’Aquila, dove è detenuto, è stato attivato ma al momento la sedia dell’imputato è rimasta vuota.

Matteo Messina Denaro atteso in collegamento nell’aula di Caltanissetta: la sedia è rimasta vuota

Nell’aula bunker del carcere Malaspina di Caltanissetta c’era grande attesa per l’eventuale presenza in videoconferenza di Matteo Messina Denaro, durante il processo d’appello al boss, accusato di essere il mandante delle stragi di Capaci e via D’Amelio.

Il collegamento con il carcere de L’Aquila, dove è detenuto, è stato attivato ma la sedia dove avrebbe dovuto sedersi l’imputato è rimasta vuota. Il primo confronto con il boss è rimandato. L’udienza è stata rinviata al 9 marzo, come stabilito dalla presidente della Corte d’Assise, Maria Carmela Giannazzo, dopo che Messina Denaro ha deciso di non collegarsi con l’aula. Salvatore Baglio, uno dei due difensori d’ufficio del boss, ha confermato che come difensore è stata nominata la nipote Lorenza Guttadauro.

Per le stragi in cui persero la vita i giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, Messina Denaro è già stato condannato in primo grado all’ergastolo.