Morto Lele Joker, giovane youtuber che ha commosso il web
Morto Lele Joker, giovane youtuber che ha commosso il web
Web

Morto Lele Joker, giovane youtuber che ha commosso il web

lele joker

Lele Joker, giovane youtuber affetto da una grave malattia, è morto. Grande commozione del web.

Lele Joker, giovanissimo youtuber, è morto oggi alla tenera età di nove anni. Il bambino, affetto da un male incurabile, è stato molto seguito sul suo canale Youtube e, nonostante fosse molto giovane, il suo coraggio e la forza con cui ha affrontato la malattia ne hanno fatto un modello per tanti.

Un vero life coach

Lo sguardo è vivace, il sorriso sempre sulle labbra: così appare in video Gabriele, in arte Lele Joker, giovane youtuber di Milano. Dietro la sua vitalità si nasconde però una tragedia. Sin dall’età di tre anni, il piccolo è affetto da un neuroblastoma, un tipo di tumore che ha origine nelle cellule del sistema nervoso autonomo e che controlla funzioni involontarie come il battito cardiaco e il sistema respiratorio. Gabriele e la sua famiglia hanno però tanto coraggio e reagiscono. Lele ha diversi sogni nel cassetto e creare un proprio canale Youtube è uno di questi; con il supporto e l’incoraggiamento di sua madre Marianna e di suo padre Lucio Loffredo, ce la fa.

Proprio dal suo canale, è stata data la triste notizia della sua scomparsa: “Il nostro Gabriele è volato in cielo.. Lui direbbe: bella tutti i ragazzi questo video finisce qui, ci vediamo in un prossimo video”. Forse può sorprendere, ma Lele non parla spesso della sua malattia nei video; non la nasconde però e non nega le difficoltà che il suo male comporta quotidianamente. “Ho alcune cose che mi rendono triste, io non ho una vita normale, ho tante cose a cui pensare- dice – ma vi prego: non scrivetemi cose brutte, siete la mia forza”. Poco tempo fa, il 9 marzo, Lele si è scusato per la sua assenza da Youtube “(…) ma non mi sentivo molto bene”. Eppure, nonostante la malattia e le difficoltà che le cure quotidiane provocano in un corpo di bambino di soli nove anni, il suo impegno principale sembra essere quello di incoraggiare gli altri a inseguire i propri sogni, proprio come sta facendo lui: “Inseguite i vostri sogni perché vi fa bene, stimola il vostro cervello”. In futuro, progetta di diventare un dottore “per aiutare chi sta male come adesso sto male io”. Con dolcezza e semplicità, affronta tanti argomenti: da quelli della vita quotidiana, come il cibo (è appassionato di patatine fritte), ad altri più complicati, come l’amore.

“Per i bambini l’amore è quando una persona bacia un’altra e, baciandosi, fanno un figlio” afferma con un candore che risulta tenero e disarmante agli occhi un adulto.

Non solo Youtube

La storia del piccolo Lele, ben prima del suo triste epilogo, ha commosso molti. Anche i media “tradizionali” sono stati positivamente impressionati dal coraggio e della forza del giovane youtuber. Alla Vita in Diretta, Gabriele aveva espresso il desiderio di arrivare a 10mila followers. Le aspettative sono state superate: il canale di Lele conta 115mila iscritti, che il piccolo ringrazia sempre con entusiasmo e gratitudine. Ed è stato il programma di Rai1 a ricordarlo con un tweet: “Purtroppo Lele Joker ci ha lasciati. Riposa in pace piccolo guerriero”. Tantissimi i messaggi commossi dei suoi followers. Un commento racchiude tutto quello che Gabriele ha insegnato: “Nove anni e in poche settimane mi ha spiegato più lui della vita di decenni trascorsi da autodidatta”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*