Napoli, mercato nero di farmaci: 5 arresti per ricettazione e riciclaggio
Napoli, mercato nero di farmaci: 5 arresti per ricettazione e riciclaggio
Cronaca

Napoli, mercato nero di farmaci: 5 arresti per ricettazione e riciclaggio

farmaci_nas

Le indagini hanno confermato che i farmaci rubati era di fascia H, dei medicinali salva-vita di alto costo utilizzati quindi per malattie gravi.

A Napoli, grazie a un blitz dei carabinieri del Nas, è stato scoperto un traffico di farmaci rubati. I medicinali venivano rubati grazie alla collaborazione di farmacisti corrotti, successivamente venivano rivenduti sul mercato nero a prezzi decisamente vantaggiosi. Non è il primo caso, ricordiamo in particolare quello di due anni fa scoperto a Monza, dove il riciclaggio si era allargato anche all’estero. All’epoca le indagini portarono all’arresto di 19 persone nel caso Pharmatraffic. “Le menti dell’organizzazione erano i grossisti italiani, precisamente a Milano, Monza, Sondrio, Napoli, Pavia, Genova, Caltanissetta e Crotone i farmaci sottratti direttamente alle aziende farmaceutiche, nei magazzini ospedalieri o durante il loro trasporto, venivano rivenduti all’estero dopo essere stati ripuliti della provenienza grazie a fatturazioni fittizie.” aveva affermato Luisa Zanetti, il Procuratore Aggiunto della Repubblica di Monza

Le indagini della recente operazione hanno confermato che i farmaci rubati sono di fascia H. Nel Servizio Sanitario Nazionale, i farmaci di tale fascia sono disponibili per l’uso soltanto in strutture ospedaliere, quindi non possono essere venduti nelle farmacie pubbliche.

Sono dei medicinali salva-vita di alto costo, utilizzati quindi per malattie gravi. Come ad esempio il mifepristone che viene utilizzato per l’aborto chimico nei primi due mesi della gravidanza. In caso di necessità, alcuni di questi farmaci, possono essere dispensati solo dalle ASL di competenza anche ai cittadini non ricoverati negli ospedali.

Nulla in confronto alle notizie di poco tempo fa, sempre a Napoli, quando sono stati arrestati dei cittadini dell’est Europa che dedicavano le loro giornate alla vendita abusiva di farmaci nelle stradine adiacenti la centralissima Piazza Garibaldi.

Sono stati eseguiti 5 provvedimenti di custodia cautelare nei confronti di dipendenti di deposito farmaci e di grossisti per la distribuzione. I carabinieri li hanno arrestati perché accusati di essere responsabili di associazione a delinquere finalizzata alla ricettazione ed al riciclaggio. Infatti, avendo creato un vero e proprio mercato nero riuscivano a rivendere tutti i prodotti velocemente, grazie ai prezzi inferiori a quello di mercato.

Oltre i 5 arrestati,nella stessa operazione sono indagate altre 32 persone per reati simili. Ma ulteriori particolari dell’operazione saranno resi noti nella giornata odierna.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche