Mal di testa continuo: le cause e i rimedi naturali
Mal di testa continuo: le cause e i rimedi naturali
Offerte & Consigli

Mal di testa continuo: le cause e i rimedi naturali

Mal di testa continuo.
Mal di testa continuo: le cause e i rimedi naturali.

Non ne potete più del continuo mal di testa? Niente paura! Vediamo insieme le cause e i rimedi naturali per il mal di testa continuo.

Il 19 maggio 2018 si è svolta la Giornata Nazionale del Mal di Testa 2018 per parlare di una delle patologie che colpisce sempre più persone. In Italia il mal di testa colpisce oltre 26 milioni di persone ed è per questo motivo che questa patologia è stata inserita dall’OMS tra le prime 10 cause al mondo di disabilità.

Per parlare del problema sono state invitate l’Anircef (Associazione neurologica Italiana per la ricerca delle Cefalee) e la SIN (Società Italiana di Neurologia) che hanno parlato del problema all’interno dei Centri Italiani specializzati nella cura delle cefalee. Gli esperti dell’Anircef e della SIN sono riusciti a fare chiarezza sulla diagnostica e sulle reali possibilità di cura.

Solitamente, le cefalee primarie sono frequentissime tra la popolazione generale, la cefalea di tipo tensivo (CdTT) colpisce il 30% della popolazione globale; mentre l’emicrania interessa il 10-20% della popolazione generale. Tra gli interventi, il presidente Anircef, Fabio Frediani, ha affermato che si inizia a vedere in lontananza una nuova e sicura cura per migliorare i pazienti affetti da mal di testa continuo.

Mal di testa continuo

Quando parliamo di “Mal di Testa Continuo” o “Cefalea”, intendiamo un dolore localizzato alla parte superiore del collo, oppure all’interno del capo.

Solitamente le cefalee vengono causate dall’alterazione dei processi fisiologici e dei meccanismi che coinvolgono e attivano strutture sensibili allo stimolo del dolore che si localizzano in alcune zone del collo e della testa. Nel mal di testa sono coinvolti muscoli, arterie, vene, nervi, periostio del cranio, occhi, tessuti sottocutanei, seni paranasali, mucose e orecchie.

Ciò che non è ancora chiaro è il motivo chiaro per il quale questi meccanismi dolorosi vengono attivati dal corpo, anche perchè le cefalee primarie non sono sempre provocate da un’unica causa. Spesso le cefalee primarie rappresentano il risultato dell’interazione tra fattori scatenanti, predisposizione genetica, e cause endogene. In altri casi il mal di testa può essere segno di una più grave condizione medica o il risultato di un trauma alla testa.

Ci sono diversi sistemi per analizzare e classificare in modo accurato il mal di testa e tra questi, quello più utilizzato e senz’altro la “Classificazione Internazionale delle Cefalee” (ICHD) che è stata approvata dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) e redatta dall’International Headache Society che ha distinto le cefalee primarie e le forme secondarie in base ai loro sintomi e alla loro eziologia.

Le cefalee primarie possono essere suddivise in tre categorie, ovvero il mal di testa primario, secondario e le neuropatie craniche. Il mal di testa primario non presenta cause secondarie ai sintomi. La seconda categoria rimanda a cause differenti come difficoltà di circolazione, infezioni, tumori o assunzioni di farmaci. A ogni modo, la maggior parte delle cefalee comuni appartiene alla prima categoria e si possono dividere in tre tipologie che ora vedremo nello specifico.

MAL DI TESTA DA TENSIONE: questo tipo di mal di testa è legato alla tensione muscolare, soprattutto nell’area del collo e della testa, ma anche da stress o psicologica come situazioni psicologicamente pesanti, stress e nervosismo. Questo dolore solitamente si presenta in entrambi i lati del cranio e nelle regioni temporali, ma soprattutto è di tipo bilaterale. Inoltre, non aumenta di intensità e si presenta come un dolore lieve o estremamente grave. Questo tipo di dolore può essere frequente o cronico e in alcuni casi diventare invalidante.

EMICRANIE: questa tipologia di dolori solitamente dura molto più a lungo ed è tra i mal di testa più invalidanti perchè può durare da poche ore a diversi giorni. Il dolore delle emicranie è definito “Pulsante”, poichè peggiora con altre attività. In molti casi, i soggetti affetti da emicrania sono sensibili agli odori, alla luce e ai rumori.

CEFALEA A GRAPPOLO: tra tutti i mal di testa, quello a grappoli è il più acuto e grave perchè si presenta intorno o all’interno dell’occhio o della palpebra, che diventano nella maggior parte dei casi rossi e gonfi. In altri casi il naso può colare in modo eccessivo. Il dolore tipico di questa cefalea è ciclico e si presenta da un solo lato per diverse settimane per poi scomparire in un lasso di tempo molto simile.

Le cause del mal di testa continuo

Il dolore che si avverte durante un attacco di cefalea può essere causato da meccanismi diversi. Solitamente, i meccanismi più frequenti sono:

  • Contrattura, infiammazione o compressione dei muscoli cervicali ed extracranici.
  • Dilatazione, distensione e trazione dei vasi sanguigni (arterie e vene) all’interno e all’esterno del cranio.
  • Infiammazione delle meningi.
  • Trazione, compressione o infiammazione dei nervi cranici.

Vediamo ora insieme quali sono le cause scatenanti del mal di testa continuo.

EREDITARIETÀ: è considerata uno dei principali fattori scatenanti del mal di testa, soprattutto se di origine materna. Lo stress fisico ed emotivo invece scatena l’emicrania. Gli attacchi di mal di testa iniziano nel momento in cui è ormai terminata la situazione stressante che li ha provocati. In alcuni casi anche il cibo può scatenare il mal di testa, soprattutto quando si hanno abitudini alimentare poco corrette. Mangiare troppo cioccolato, bere troppo vino rosso, mangiare formaggi stagionati, insaccati e merendine può scatenare il mal di testa.

STRESS: l’ansia da prestazione è una delle cause scatenanti nel ma di testa da stress, soprattutto tra i soggetti troppo emotivi. Lo stress fa manifestare in modo improvviso il mal di testa perchè durante la situazione che provoca ansia, iniziano a irrigidirsi i muscoli, contraendo in modo involontario cranio, muscoli del collo e spalle. Depressione, ansia ed emozioni negative possono inoltre aggravare il mal di testa.

RESPONSABILITÀ DELL’AMBIENTE: se si hanno orecchie e naso molto sensibili si consiglia di di evitare i rumori e gli odori troppo forti. La luce forte può provocare mal di testa se fissata a lungo, così come il rumore assordante o un profumo troppo intenso. Un altro fattore scatenante è la qualità dell’aria. L’altitudine può provocare mal di testa, nausea e vertigini, poichè rarefatta. Durante le passeggiate in altura, bisogna fermarsi di tanto in tanto per adattarsi piano piano ai cambiamenti legati all’altitudine. Gli effetti destabilizzanti del cambiamento di fuso orario o la pressurizzazione cui sono sottoposte le cabine degli aerei sono altre delle cause scatenanti del mal di testa.

ALIMENTAZIONE: ci sono degli alimenti che innescano il mal di testa attraverso un meccanismo neurovascolare. Tra questi alimenti ci sono cibi orientali contenenti glutammato di sodio, sardine, aringhe in salamoia, dadi da brodo, cibi fritti o conservati, noci, nocciole, vino rosso, fegatini di pollo, formaggi stagionati, hotdog, prodotti conservati o insaccati, cioccolato, superalcolici, tonno, selvaggina e arance. Alcuni cibi difficili da digerire (es: fritti, caffè, formaggi, cioccolato ecc…) favoriscono l’insorgere della cefalea per il loro effetto vasodilatatore. Altre cause che possono causare l’insorgere del mal di testa sono le diete troppo drastiche e il digiuno, poichè provocano un’alterazione del livello degli zuccheri. Il mal di testa alimentare è causato anche dall’eccessivo consumo di alcool e in particolar modo del vino rosso.

Zenzerol

Esistono moltissimi prodotti per cercare di alleviare il fastidioso mal di testa continuo e tra questi, quello che vi vogliamo consigliare è sicuramente Zenzerol, il miglior integratore a base di estratto di zenzero, magnesio, partenio e vitamina B2 che può aiutare a combattere la cefalea. Zenzerol può riuscire anche ad aiutare le donne ad alleviare i fastidi legati al ciclo mestruale, la nausea causata dalla cattiva digestione, i dolori muscolari e osteo-articolari.

Zenzerol permette di alleviare:

  • Dolori mestruali.
  • Emicrania, dolori muscolo-osteo-articolari, crampi mestruali e dolori addominali.
  • Mal di testa e cervicale.
  • Nausea da digestione laboriosa.
  • Dolori osteo-articolari e dolori muscolari da affaticamento.

Zenzerol è composto da ingredienti 100% naturali quali:

  • ESTRATTO DI PARTENIO: alleggerisce la tensione in diversi punti del nostro corpo, grazie al suo effetto calmante naturale.
  • ESTRATTO DI ZENZERO: è un potente antidolorifico naturale che si può paragonare al farmaco Ibuprofene e ha alte capacità antinfiammatorie. L’estratto di zenzero inoltre migliora la circolazione sanguigna, il metabolismo, la capacità polmonare e il battito cardiaco.
  • MAGNESIO E VITAMINA B12: riducono il senso di affaticamento, stanchezza e inoltre, garantiscono all’organismo il giusto equilibrio idro-elettrico.

Ecco come assumere Zenzerol:

  1. Prendere un bicchiere e riempirlo di 200 ml di acqua naturale.
  2. Estrarre dalla confezione di Zenzerol 3 capsule.
  3. Deglutire una capsula alla colta di Zenzerol, aiutandosi con l’acqua.

Se siete interessati al prodotto cliccate qui o sulla seguente immagine

zenzerol provalo adesso

Dato che si tratta di un prodotto esclusivo, non è possibile acquistarlo nè in farmacia nè al supermercato tantomeno su Amazon o Ebay. L’unico modo è tramite il sito ufficiale del prodotto, registrarvi e scegliere l’offerta migliore. La spedizione è gratuita ed il pagamento può avvenire in contanti direttamente alla consegna. Soddisfatti o rimborsati al 100%.

Se non siete ancora convinti, Zenzerol vanta di moltissime recensioni positive estrapolate sul sito ufficiale del prodotto:

“Acquistato per la cefalea e sopratutto per la presenza di soli ingredienti naturali. Per anni ho utilizzato delle bustine in granuli, poi il mio medico mi ha consigliato di prendere prodotti naturali al fine di non rovinare ancor di più il fegato e organismo. Mi trovo abbastanza bene, la cefalea passa dopo un’oretta dall’assunzione” (Angela, 58 anni).

“Lo uso da vari mesi sopratutto nel periodo in cui ho ciclo mestruale e mi sveglio sempre con ma l di testa. Rispetto ad altri analgesici, Zenzerol è del tutto naturale. Il gusto sulla lingua può sembrare sgradevole, ma almeno non si ingeriscono cattive sostanze. Funziona, dopo l’assunzione il mal di testa e i dolori spariscono” (Mariagrazia, 28 anni).

“Utilizzato per la cefalea, mi son trovato anche bene ma per me che faccio il camionista è impraticabile portarlo in tasca, mentre le bustine di analgesici le metti in portafoglio e le estrai all’occorrenza. Peccato perché è un buon prodotto” (Ferdinando, 38 anni).

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Reflex Diet Protein 2 kg
57.99 €
Compra ora
Diadora Tapis Roulant-Star 1000 Rigenerato
229 €
489 € -53 %
Compra ora
EOS Thermo Stax 60 cpr, Bruciagrassi naturale
19.2 €
Compra ora
Moschino Cheap And Chic Chicpetals - Tester
34 €
Compra ora
Eleonora Cattaneo 650 Articoli
Nata durante l'estate del 1991. Sono laureata in Scienze dei Beni Culturali e Lettere Moderne. Amo scrivere, la moda, gli animali, l'arte, il cinema e i viaggi.