> > Patente revocata a vita a chi guida ubriaco e sotto effetto di droghe: l'idea...

Patente revocata a vita a chi guida ubriaco e sotto effetto di droghe: l'idea di Salvini

Matteo Salvini

Patente revocata a vita a chi guida ubriaco e sotto effetto di droghe: "Intervenire sulle sanzioni, non tanto economiche e penali ma in termini temporali"

In occasione della presentazione del Rapporto Dekra sulla sicurezza stradale arriva l’idea di Matteo Salvini: patente revocata a vita a chi guida ubriaco e sotto effetto di droghe.

Il vicepremier del governo Meloni e segretario della Lega torna su un delicato tema su cui aveva già detto la sua ma stavolta è stato più diretto. Ha detto Salvini: ”Dobbiamo intervenire sulle sanzioni, non tanto economiche e penali, ma in termini temporali. Diverse associazioni di vittime della strada chiedono la revoca a vita della patente nei casi più gravi”.

Patente revocata a vita a chi guida ubriaco

E poi: “Chi si mette alla guida ubriaco marcio o drogato deve sapere che è un potenziale assassino.

Quindi la sospensione della patente per due o tre anni o la revoca a vita va fatta”. Insomma, il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Salvini è per la linea dura. 

“Intervenire sui punti patente”

E in chiosa ha detto: “Dobbiamo intervenire sui punti patente, perché stando alle statistiche di qualche anno fa gli italiani erano corretti alla guida, perché il 98% ha più di 20 punti”. Quindi “fra gli zero e nove punti ci sono ‘solo’ lo 0,24%, che sono 100mila persone.

Questo ci deve far riflettere”.