> > Pichetto Fratin su Ischia: "Le mie parole un po' forti. Sto con i sindaci"

Pichetto Fratin su Ischia: "Le mie parole un po' forti. Sto con i sindaci"

Il ministro Pichetto Fratin

Pichetto Fratin su Ischia e sulla sua frase in cui a suo parere sarebbe bastato arrestarli per le responsabilità negli abusi: "Sto con i sindaci"

Il ministro Gilberto Pichetto Fratin torna sull’argomento Ischia: “Le mie parole un po’ forti.

Sto con i sindaci”. Il titolare dell’Ambiente corregge il tiro dopo le sue dichiarazioni sulla tragedia di Ischia e smorza i toni delle polemiche innescate dalle sue parole contro alcuni “sindaci”. Sindaci che a suo parere di poche ore fa sarebbero stati da “mettere in galera” perché consentono l’abusivismo.

Fratin: “Sto con i sindaci, parole forti”

Fratin ha ammorbidito i toni nella sua ospitata ad Omnibus su La7: “Sono dalla parte dei sindaci, ma bisogna colpire chi ha sbagliato”.

Insomma, l’esponente di Forza Italia ha spiegato che lui ha “un figlio che ha fatto il sindaco per dieci anni e sono decisamente sul fronte degli 8mila sindaci che tutti i giorni devono rispondere di ciò che addirittura va oltre quello che possono fare o le loro competenze, perché sono il primo avamposto”.

La spiegazione: “Leggevo i report”

Poi ha chiarito ancora: “La mia intervista di ieri, che era un’intervista telefonica, è stata un po’ forte quando ho detto che li devono arrestare, ma questo nasceva dal fatto che leggevo i report e vedevo come, nel caso specifico di Ischia, c’era lo stanziamento dei fondi al 12 novembre del 2010, 12 anni fa, e sul report era scritto ‘in fase di progettazione’”.