×

Rimborsi M5S, l’audio di Rocco Casalino fa piangere Giulia Sarti

Rocco Casalino chiama con Le Iene Giulia Sarti perché hanno le chat che scagionano il suo ex compagno. La deputata si mette così a piangere.

Giulia Sarti

Finisce con un pianto la vicenda che vede coinvolta Giulia Sarti, la deputata del MoVimento 5 Stelle che si è autosospesa dopo lo scandalo dei mancati rimborsi degli stipendi da parlamentari, parte dei quali i pentastellati devono versare per il fondo che finanzia il microcredito.

Lo scandalo

La presidente della commissione Giustizia alla Camera aveva denunciato l’ex fidanzato di essere responsabile dei mancati bonifici dal suo conto corrente. Bogdan Andrea Tibusche, attivista 5 Stelle esperto informatico, era stato querelato per appropriazione indebita.

La procura di Rimini ha chiesto però l’archiviazione del caso. I giudici hanno parimenti ritenuto che il 32enne sia estraneo ai fatti in quanto avrebbe sempre agito sui conti correnti della deputata per sua esplicita autorizzazione.

Lo scandalo è scoppiato dopo un servizio de Le Iene, che aveva scoperto come alcuni pentastellati facevano figurare i bonifici della restituzione dello stipendio, i quali però poi venivano annullati prima del prelievo dei soldi.

Tra i nomi dei 5 Stelle figurava anche quello di Giulia Sarti.

Le chat di Telegram

A scagionare Bogdan Andrea Tibusche anche alcune chat che l’uomo ha consegnato ai giudici, tra cui una in cui Giulia Sarti gli avrebbe scritto che lo avrebbe querelato per togliersi dall’imbarazzo. A febbraio 2018, a circa un mese dalle elezioni politiche, Giulia Sarti scrive su Telegram all’ex compagno, come riporta Il Corriere della Sera: “Le Iene hanno i nomi da mesi e mi hanno chiesto se denuncio te perché mi stanno chiedendo come uscire da questa storia” e ancora “me l’ha chiesto Ilaria (Loquenzi, ndr) con Rocco (Casalino, ndr). Per salvarmi la faccia…”.

La replica di Rocco Casalino

“È assolutamente falso, io e Ilaria Loquenzi non c’entriamo niente” ha chiarito subito Casalino rispondendo ai cronisti che lo interpellavano.

Giulia Sarti – spiega – si è probabilmente coperta dietro il mio nome con l’allora compagno, se avessi saputo di questi ammanchi o di giri strani l’avrei immediatamente riferito al capo politico e ai Probiviri. Io non tutelo i parlamentari, ma il Movimento, come sanno tutti”.

“Io mi ricordo che ero al comitato M5S e la chiamai, tra l’altro con dei testimoni, e le dissi ‘se sei stata derubata, denuncia il fatto’” specifica il portavoce del presidente del consiglio Giuseppe Conte ed ex capo della comunicazione del MoVimento 5 Stelle.

A riprova di quanto affermato, Rocco Casalino fa vedere all’Ansa anche una chat del 15 febbraio 2018 scambiata con Giulia Sarti su WhatsApp, nelle quali scrive: “Sei sicura che sia stato lui? Sei sicura al 100% della sua colpevolezza? Perché se denunci un innocente commetti reato“.

In un altro messaggio, Casalino insiste: “Se è stato davvero lui è giusto che denunci, ma se non è così stai facendo una cosa grave”.

L’audio de Le Iene

Le Iene nel frattempo erano già entrate in possesso delle chat Telegram in cui la Sarti addossava la responsabilità della querela a Casalino. Filippo Roma incontra quindi il portavoce del premier per mostrargli i messaggi che, alla fine, hanno effettivamente scagionato Bogdan. Rocco chiama quindi Giulia Sarti spiegandogli che è in compagnia de Le Iene. A quel punto, la deputata scoppia a piangere.

Poco dopo Sarti rassegna le dimissioni ma nel suo addio alla politica ci tiene a precisare che “né Ilaria Loquenzi né Rocco Casalino mi hanno spinto a denunciare nessuno, ma si sono limitati a starmi vicino nell’affrontare una situazione personale e delicata”, come riporta Tpi.it.

La deputata rischia ora di venire a sua volta denunciata da Bogdan, che starebbe valutando se avviare o meno un’azione civile contro l’ex compagna.


Nata a Roma, classe 1981. Ha scritto sul web per testate e blog e collabora con Notizie.it .


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Paola Marras

Nata a Roma, classe 1981. Ha scritto sul web per testate e blog e collabora con Notizie.it .

Leggi anche