×

Crisi di governo, Renzi: “Se arrivano i responsabili noi all’opposizione”

Se il Premier Conte dovesse trovare il necessario sostegno dei senatori responsabili, il partito di Renzi rimarrà all'opposizione.

Renzi responsabili opposizione

Dopo aver annunciato le dimissioni di Scalfarotto, Bellanova e Bonetti aprendo ufficialmente la crisi di governo, Matteo Renzi ha affermato che se il Premier Conte troverà i cosiddetti responsabili a suo sostegno Italia Viva andrà all’opposizione: “Se non ci vogliono, noi non diamo la fiducia, con molta libertà“.

Renzi: “Con i responsabili noi all’opposizione”

Intervenuto nel corso della trasmissione Dritto e Rovescio in onda su Rete Quattro, l’ex premier ha spiegato che qualora l’attuale governo dovesse trovare i numeri, lui starebbe fuori: “Questa è la democrazia parlamentare che vince“. Se invece la fiducia non dovesse arrivare, ha continuato, si andrà al Quirinale e si farà un altro esecutivo.

Ha poi difeso la scelta di aver ritirato le sue ministre dal governo lanciando una stoccata al Premier Conte, definito “uno che per la poltrona un giorno è amico di Trump e uno di Biden, uno è per i Decreti Salvini e uno li cancella” a differenza delle esponenti di Italia Viva che in nome delle idee hanno scelto di abbandonare il loro incarico.

Quanto a chi lo accusa di aver scatenato la crisi in piena pandemia, Renzi ha risposto chiedendo ironicamente se esista ancora la democrazia anche durante un’emergenza sanitaria o vada interrotta. In nome di essa, ha spiegato, è stato contento di aver dato vita al Conte bis “quando rischiavamo i pieni poteri a Salvini“. A distanza di un anno e mezzo, “dico che i pieni poteri non vanno dati a nessuno, nemmeno a Conte“.

Il leader di Italia Viva ha infine escluso la via del voto anticipato affermando che le elezioni si terranno regolarmente nel 2023 quando scadrà l’attuale legislatura. “L’ammucchiatona si farà fino a quando non ci sarà una legge elettorale che dice chi ha vinto” ha concluso.

Contents.media
Ultima ora