> > Matteo Renzi: "La morte del PD è questione di mesi"

Matteo Renzi: "La morte del PD è questione di mesi"

Renzi ci va giù pesante: "La morte del Pd è questione di mesi"

Il leader di Italia Viva dà il Pd per spacciato e si candida a primo partito per il 2024

Sono sempre più nette le posizioni del leader di Italia Viva, che prospetta in futuro un partito populista a sinistra, composto da Conte, D’Alema e altri, l’area liberal-democratica ed il proprio partito come unica alternativa credibile.

Renzi: “il Pd è finito, Letta le ha sbagliate tutte”

Non le manda a dire Matteo Renzi, ancora una volta, ad Enrico Letta. Dopo aver detto che dal governo Meloni si aspetta molto, ha aggiunto però che, Fratelli d’Italia «governa solo perché Enrico Letta le ha sbagliate tutte. Mai vista una “leadership” così incapace nella storia della politica italiana.

Qualsiasi altra scelta Letta avesse fatto, oggi non avremmo un governo Meloni». Mentre in casa Partito Democratico si guarda all’elezione di un nuovo segretario, per Renzi «il Pd è finito. Lo sanno tutti, anche quelli che non lo ammettono. Ci sarà una destra forte, un partito di sinistra populista con Conte, D’Alema e Bettini e l’area macroniana liberal-democratica». La colpa la prende tutta chi ha guidato il partito durante quest’ultima campagna elettorale «è che le scelte di Letta sono state letali per il Pd.

È solo una questione di mesi». L’ex premier elogia invece il proprio risultato con Azione-Iv: «In un mese di campagna abbiamo preso l’8%, siamo il partito più votato nelle università e, per molti sondaggi, quello più scelto dai giovani, abbiamo eletto più donne degli altri. Da qui alle europee del 2024 possiamo diventare il primo partito».