Rissa tra minori, 17enne ferito: aggressore fermato grazie a testimoni | Notizie.it
Rissa tra minori, 17enne ferito: aggressore fermato grazie a testimoni
Cronaca

Rissa tra minori, 17enne ferito: aggressore fermato grazie a testimoni

Ambulanza
ricoverata bambina malata di seu

Una rissa fra due gruppi di minorenni è avvenuta nel corso della serata di ieri al porto di Trani e ha portato al ferimento di uno dei ragazzi

Una rissa fra due gruppi di minorenni è avvenuta nel corso della serata di ieri al porto di Trani e ha portato al ferimento di uno dei ragazzi. L’aggressore è stato però identificato e fermato grazie ad alcuni testimoni che erano presenti sul luogo in cui è avvenuta la zuffa.

Rissa tra due gruppi minorenni: un ragazzo rimasto ferito

Un ragazzo di diciassette anni è rimasto ferito a causa di una rissa scattata fra due gruppi di minorenni, provocata da un primo momento in cui si erano scambiati degli insulti. La rissa, avvenuta al porto di Trani, è culminata con il ferimento di uno dei ragazzi che erano coinvolti nella rissa, colpito al capo con una bottiglia e con la stessa rimasto gravemente ferito al collo e trasportato all’Ospedale Bonomo di Andria.

Nel frattempo, il presunto responsabile del ferimento, coetaneo del ragazzo, è stato identificato e fermato grazie alle fondamentali testimonianze da parte del centinaio di persone che erano presenti nel momento in cui è accaduta la zuffa e che hanno assistito alla scena.

Sul posto sono intervenuti immediatamente la polizia e i carabinieri. Oltre ovviamente ai sanitari del 118.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, sembra che il diverbio sia legato alla provenienza dei ragazzi. Comunque pare che a scatenare la rissa siano stati motivi banali, che poi ha portato la situazione a degenerare, con un ragazzo che ha colpito un coetaneo con una bottiglia in testa.

Due anni fa l’omicidio di un uomo nella stessa zona

La rissa fra questi gruppi di ragazzini avvenuta ieri sera si è svolta proprio nella stessa zona in cui due anni fa fu ucciso un ragazzo di trentaquattro anni. In particolare, l’area interessata è quella tra il porto e Piazza Quercia, proprio quella dove la notte tra il 19 e il 20 settembre del 2015 Biagio Zanni fu accoltellato.

In quella occasione, furono coinvolti nell’aggressione tre giovanissimi, oltre ad un maggiorenne che fu arrestato qualche giorno dopo quanto accaduto. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, la vittima era intervenuta nel corso di una rissa che si era scatenata all’interno di una pizzeria. Il diverbio è stato originato da uno sgambetto dato da un amico di Zanni all’altro gruppo di amici che poi sono stati successivamente arrestati.

Le immagini delle telecamere di sorveglianza avevano immortalato solamente la parte finale dell’accaduto, in cui si poteva vedere il trentaquattrenne intento a scappare mentre era inseguito da un gruppo di tre persone. Il ragazzo dopo l’aggressione fu accompagnato prima al Pronto Soccorso di Trani e poi all’Ospedale di Andria, dove il giorno dopo morì.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche