×

Sfigurato il volto: ragazza ha il coraggio di mostrarsi

Condividi su Facebook

Resham Khan, la modella 21enne di origine pakistana acidificata poco più di due mesi fa a Beckton (Londra) ha deciso di riprendere a mostrare il suo volto, anche se ora è sfigurato.

Le sue foto sul web

La ragazza

Resham Khan, 21 anni, è una modella che vive a Beckton (Londra) e lavorava per un marchio di moda, l’Eid, famoso nella comunità pakistana a cui la ragazza appartiene, ma la sua vita è cambiata per sempre da quando, la sera del suo compleanno, il 21 giugno scorso, un altro ragazzo le ha spruzzato dell’acido addosso.

Ha visto la morte in faccia ma è sopravvissuta e dopo soli due mesi ed un delicato intervento chirurgico di innesto di pelle, ha voluto mostrare il suo volto con delle fotografie pubblicate sul suo blog, vestita con gli abiti della sua casa di moda, e ad uscire di casa.

Nelle immagini, il suo look curato riesce quasi a rubare l’attenzione a ciò che le stato fatto. In precedenza aveva fatto sapere che “Così come sono, sono estremamente impaurita di affrontare il mondo e di sopportare gli sguardi di chi mi guarderà.

Per timore di dover rispondere alla domanda ‘Come stai?’…”. Era “troppo spaventata, terrorizzata” e non voleva “vedere nessuno, la mia vita era congelata dalla paura”. Tuttavia a quanto pare la situazione è migliorata e allora eccola qui Resham, a cercare di andare avanti con coraggio perché la vita continua.

La vicenda

L'aggressore e la vittima

La ragazza era in macchina con un cugino, Jameel Muhktar, 37 anni, quando è stata aggredita e anche il giovane ha riportato gravi ustioni. A compiere il gesto, alla sosta di un semaforo di Beckton, sarebbe stato un 25enne inglese di nome John Tomlin, che il 19 settembre prossimo dovrà comparire davanti al giudice: potrebbe aver agito per islamofobia. A Resham e Jameel non è servito a nulla cercare di fuggire, poiché nella corsa la loro auto si è schiantata quasi subito contro una recinzione.

Alcuni testimoni hanno riferito di aver sentito le urla strazianti della ventunenne e i suoi abiti prendere fuoco. Ora il panico sembra superato e anche Jameel, che era stato posto in coma farmacologico dai medici, sta meglio.

I casi italiani

Aspirante Miss Italia

Forse credevamo che in Occidente o quantomeno in Italia, non si sarebbero mai verificati episodi di acidificazione – così si chiama questa orrenda pratica, attuata in genere per un rifiuto e per gelosia -, perlomeno non ai danni delle “nostre” donne, perché essa è diffusa soprattutto in India, Pakistan e Bangladesh ed Afghanistan e in altri Paesi. Invece ci illudevamo, in più abbiamo visto anche in Italia che talvolta possono essere sfigurati anche gli uomini – vedi la vicenda della famigerata “coppia dell’acido” a Milano –. Il caso di Resham Khan e il suo coraggio nel mostrarsi poco tempo dopo aver avuto il volto sfregiato, fa venire in mente quello dell’aspirante Miss Italia Gessica Notaro (foto sopra,ndr), 28 anni, riminese vincitrice della fascia di Miss Romagna, che è stata acidificata dall’ex fidanzato che lei aveva lasciato, Jorge Edison (Eddy) Tavares, 31 anni, capoverdiano. Ma fa venire in mente casi analoghi come quello dell’ avvocata pesarese Lucia Annibali e Valentina Pitzalis, della provincia di Carbonia.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.