Sla: scoperto il gene-chiave
Sla: scoperto il gene-chiave
News

Sla: scoperto il gene-chiave

ROBERTO BAGGIO PORTA IN CAMPO L'AMICO STEFANO BORGONOVO AFFETTO DA SLA.
ROBERTO BAGGIO PORTA IN CAMPO L'AMICO STEFANO BORGONOVO AFFETTO DA SLA.

Buone notizie dalla ricerca scientifica! Finalmente è stato individuato il gene-chiave che porta alla formazione della Sla.

Il consorzio internazionale di scienziati, coordianti dal King’s College di Londra e dal Centro Medico Universitario di Utrecht (Olanda), insieme alla collaborazione di due medici dell’Ospedale di Brescia sono riusciti a individuare il gene-chiave “C21 orf 2” che è all’origine della malattia neurodegenerativa chiamata Sla.

C21 orf 2” sembra un semplice codice, in realtà identifica un gene che potrebbe cambiare la strategia della lotta ad una malattia neurodegenerativa come la Sla. Il gene racchiude nel suo interno una serie di mutazioni in grado di facilitare lo sviluppo della Sindrome laterale amiotrofica (Sla), per questo motivo individuarlo diventa di cruciale importanza.

Isolando e modificando il gene attraverso la “terapia genica”, permetterà in futuro una serie di trattamenti personalizzati nelle persone affette di Sla. Diventerebbe quindi possibile sostituire i geni “difettosi” o aggiungerne di nuovi dando speranza a centinaia di persone malate.

Anche i medici e ricercatori Padovani e Filosto si sono detti entusiasti dichiarando: “È una malattia devastante, ma la scoperta del gene C21 orf2 rappresenta un importante tassello nel lungo cammino che deve portarci a comprendere le cause e i meccanismi che sottendono allo sviluppo della degenerazione motoneuronale”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche