×

Targa dedicata a Ciampi, gaffe del Comune di Roma: “Azelio” invece di “Azeglio”

La targa dedicata all'ex presidente Carlo Azeglio Ciampi è rimasta coperta a causa di un refuso che ha generato imbarazzo tra le autorità presenti.

targa ciampi

Attimi di pesante imbarazzo nel corso della cerimonia d’intitolazione di un tratto del Lungotervere Aventino all’ex presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi. La targa che avrebbe dovuto riportare il nome del politico è infatti rimasta coperta davanti alle autorità a causa di un grottesco errore di trascrizione, con il secondo nome Azeglio che è stato inciso sulla lastra di travertino come “Azelio”.

Targa dedicata a Ciampi, errore di trascrizione del Comune di Roma

La cerimonia di intitolazione si è svolta di fronte alla principali autorità dello Stato, tra cui il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, la presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, quello della Camera Roberto Fico e la sindaca di Roma Virginia Raggi. Era tutto pronto per svelare la targa al pubblico quando improvvisamente l’evento è stato bloccato e la targa è rimasta occultata da un drappo giallorosso, i colori della città di Roma.

Targa dedicata a Ciampi, la giustificazione del Comune

Nel tentare di porre rimedio allo spiacevole inconveinente, il Comune di Roma ha spiegato che la targa non è stata scoperta poiché pesantmente scheggatasi durante le fasi di montaggio. Peccato che sotto il drappo apposto per nascondere l’errore si notasse in trasparenza l’evidente refuso presente nell’incisione: un Carlo Azelio Ciampi scritto a lettere cubitali.

Nel frattempo il Comune ha immediatamente sostituito la targa dedicata a Ciampi con una sua versione corretta, come annunciato anche dalla stessa sindaca Virginia Raggi: “Sono stata avvisata questa mattina, ho dato subito l’ordine di procedere ad una nuova targa che infatti già adesso è collocata al suo posto”.

Targa dedicata a Ciampi, l’indignazione del web

Non sono mancati ovviamente i commenti tragli utenti del web di fronte a questa clamorosa gaffe che dà la misura della poca attenzione con cui i tecnici del Comune hanno svolto un lavoro di questo tipo. Tra i primi a prendere la parola su Twittere il leader di Azione e candidato a sindaco della Capitale per le prossime amministrative Carlo Calenda, che sul suo profilo ha commentato: “Inaugurazione della piazza intitolata al Presidente emerito Ciampi. Presenti i Presidenti di Repubblica, Senato e Camera, ospiti della Sindaca Raggi. Non si scopre la targa perché sarebbe “scheggiata”. Bugia, in realtà è stato scritto male il nome di Ciampi. Anche basta”.

Contents.media
Ultima ora