×

Ucraina, la gaffe di Bush: “L’invasione brutale e totalmente ingiustificata dell’Iraq”

Un semplice svarione o forse un ricordo che non va via, sull'Ucraina arriva la gaffe di Bush: “L’invasione brutale e totalmente ingiustificata dell’Iraq”

L'ex presidente Usa George W. Bush

Il conflitto in Ucraina e gli svarioni geriatrici dei vertici della Casa Bianca sembrano essere una costante, dopo quelle di Joe Biden che è in carica arriva la gaffe di George W. Bush cha ha parlato della “invasione brutale e totalmente ingiustificata dell’Iraq”.

L’ex presidente Usa sbaglia guerra e in un discorso pro Kiev ci mette quella che scatenò lui nel 2003. Bush lo ha fatto nella giornata di mercoledì 18 maggio nel corso di un evento alla Southern Methodist University di Dallas, in Texas.

La gaffe di George Bush sull’Ucraina

Un semplice lapsus, per carità, ma nel caso di Bush più che l’anagrafe sembra abbia pesato a livello limbico l’ossessione per quella guerra che volle lui e per la quale i libri di storia non gli hanno riservato una posizione molto comoda.

In un passaggio del discorso Bush aveva il nobile intento di criticare l’assenza di democrazia in Russia. Come? Attribuendo all’assenza di opposizione il fatto che Vladimir Putin abbia potuto iniziare una guerra senza alcun dibattito interno.

Putin, le colpe e lo svarione-lapsus

Per Bush è stata colpa della “assenza di controlli ed equilibri in Russia e la decisione di un uomo di lanciare un’invasione brutale e del tutto ingiustificata dell’Iraq”.

Ovviamente poi si è corretto: “Volevo dire, dell’Ucraina”. L’ex numero uno di Washington poi fatto una smorfia e si è giustificato ricordando che ha 75 anni.

Contents.media
Ultima ora