×

Variante Omicron, emergono nuovi dati: “Ricoveri e morti minori rispetto alla Delta”

La variante Omicron è solo più contagiosa della variante Delta, ma per quanto riguarda ricoveri e decessi è assolutamente molto meno pericolosa

Coronavirus

Arrivano buone notizie per quanto riguarda la variante Omicron, uno studio statunitense spiega che i ricoveri e le morti rispetto alla variante Delta sono di gran lunga minori.

Il nuovo studio americano sulla variante Omicron

La ricerca è stata condotta da un team di scienziati della University of California di Berkeley.

Nel loro rapporto hanno specificato che: “Omicron comporta un minor rischio di ricovero, di necessità di ricorso alla terapia intensiva e di morte rispetto alla variante Delta“. Lo studio è stato effetuato su due gruppi di pazienti positivi alle due varianti e si sono confrontati i dati.

I dati a confronto tra pazienti affetti da variante Omicron e pazienti affetti da Delta

Come riporta Open, sono stati raccolti i dati di 52.297 persone infettate con la variante Omicron e 16.982 con Delta.

L’analisi ha registrato il ricovero di 235 pazienti con variante Omicron (0,5%) e 222 (1,3%) con variante Delta. Tra i positivi alla variante Omicron, solo 7 sono stati ricoverati in terapia intensiva e nessuno ha avuto bisogno dell’ossigeno. Tra i positivi alla variante Delta, invece, 23 sono stati ricoverati in terapia intensiva e 11 hanno avuto bisogno dell’ossigeno. Per quanto riguarda i decessi, si è contato 1 morto per la variante Omicron e 14 morti per la variante Delta.

Le conclusioni sulla variante Omicron paragonata alla Delta

In conclusione, gli scienziati hanno quindi confermato che la variante Omicron è decisamente meno aggressiva e letale della Delta, sebbene sia più contagiosa (basti pensare alle persone positive alla Omicron prese in analisi per la ricerca). Il dato è dunque il 91% in meno di ricoveri e morti per la variante Omicron, confrontata con la variante Delta. I ricercatori hanno inoltre dichiarato che: “la durata del ricovero è risultata 3,4 giorni più breve con Omicron“.

Contents.media
Ultima ora