Amantha Imber paga ferie illimitate ai suoi dipendenti COMMENTA  

Amantha Imber paga ferie illimitate ai suoi dipendenti COMMENTA  

amantha imber
amantha imber

La giovane imprenditrice australiana rivoluzione il rapporto coi dipendenti. Sono liberi di scegliere quando andare in ferie.

Chiunque sia vincolato da un contratto sa bene cosa succede quando arriva il momento di andare in ferie. Il responsabile di settore è costretto a incastrare le richieste di tutti, quasi come se stesse giocando a tetris. Inevitabilmente qualcuno rimane scontento o il rendimento lavorativo diminuisce.


 

Ferie illiminate

E’ per questo motivo che Amantha Imber ha deciso di invertire la rotta. Fondatrice della ditta di consulenze per l’innnovazione “Inventium” ha deciso di concedere ai suoi dipendenti un enorme privilegio. Sono loro a scegliere quando andare in ferie e per quanto tempo. Tutti i giorni concessi sono ovviamente paganti dall’azienda. Nessuna penalizzazione, nessuna ritorsione.

Sembra che Amantha Imber abbia realizzato il sogno di tutti.
Com’è possibile che la sua ditta si possa concedere questo lusso?
La giovane imprenditrice ha affermato che è ingiusto il trattamento che i dipendenti subiscono. Da un lato hanno un tot numero di giorni di ferie retribuiti e non c’è la possibilità di aumentarli. Dall’altro invece sono continuamente richiesti straordinari e un aumento di ore di lavoro. Così facendo non c’è equilibrio tra ciò che l’azienda chiede ai suoi dipendenti e ciò di cui questi hanno bisogno.


Seguendo l’esempio di altre aziende Amantha ha concesso ai suoi dipendenti di prendersi un po’ di tempo (o in questo caso di giorni) per recuperare le energie. Già altre aziende, come Netflix avevano seguito questo programma. Quando i dipendenti sono stanchi rendono di meno. Quindi, dopo un periodo stressante o un forte carico di lavoro, prendersi liberamente una breve vacanza gli consentirà di ricaricare le pile. E allo stesso tempo saranno anche incoraggiati a dare di più sul lavoro.

L'articolo prosegue subito dopo

Inoltre questo sistema impedisce che i dipendenti “abusino” delle ferie o dei giorni concessi per malattia o altro. Sono loro a scegliere i giorni di “vacanza” e quindi sono responsabili del loro operato. Dopotutto, se l’azienda non guadagna anche i dipendenti ne pagheranno le conseguenze.

Leggi anche

About Enrica Marrelli 457 Articoli
Laureata in Teoria della Comunicazione e Comunicazione Pubblica presso l'Università della Calabria. Amo la lettura ma mi appassiona anche il grande e il piccolo schermo.
Contact: Facebook

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*