L’aterosclerosi COMMENTA  

L’aterosclerosi COMMENTA  

L’aterosclerosi è l’accumulo di colesterolo e di altri grassi sulle pareti delle arterie e si assume la responsabilità di essere la causa di quasi tutti gli attacchi di cuore e ictus. Questa condizione, inizia in giovane età e progredisce per tutta la vita, in quanto le arterie diventano più rigide con l’età e tendono ad addensarsi con la conseguenza di formazione di placche.


I PRIMI STADI DELLA MALATTIA:  Nonostante sia una condizione legata all’età anziana, in realtà l’aterosclerosi inizia presto nella vita, con piccole striature di grasso che formano (inizialmente) innocui grumi nell’aorta, progredendo poi, man mano che l’età avanza, un fattore significativo della frequenza di attacchi di cuore o ictus.


PROGRESSIONE: Il colesterolo ed altri grassi, galleggiano continuamente attraverso il flusso sanguigno. Di solito sono innocui a meno che i vasi sanguigni non siano danneggiati, diventando man mano più ostruiti e quindi meno efficienti. Il flusso sanguigno rallenta, l’ossigeno non irrora a sufficienza le varie aree del corpo e gli organi principali, ed aumenta ilo rischio di complicazioni vascolari, cardiaci e cerebrali.


VASI SANGUIGNI DANNEGGIATI:  Le infiammazioni o le irritazioni delle arterie sono spesso causate dal fumo, dalla pressione alta o dai livelli elevati di grassi, colesterolo e di altri componenti del sangue, che  formano placche le quali si attaccano alle pareti delle arterie, danneggiandole ed ostruendole.

L'articolo prosegue subito dopo


OSTRUZIONI: La formazione di placche sulle pareti delle arterie, provoca il restringimento dei vasi sanguigni e finisce inevitabilmente col rallentare o interrompere il flusso sanguigno, richiedendo un intervento di bypass o angioplastica. Quando le placche si rompono, scorrono nelle arterie più piccole e possono rimanervi bloccate, causando un’ostruzione che si traduce in un attacco di cuore o un ictus.

MISURE PREVENTIVE: L’esercizio fisico regolare, la cessazione del fumo ed una dieta sana possono ridurre i rischi e gli effetti nocivi dell’aterosclerosi a qualsiasi età. Le linee guida sanitarie consigliano di evitare i grassi saturi, e, invece di assumere quelli insaturi  per un totale di 25-35 per cento delle calorie giornaliere.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*