Catania, muore un giovane ragazzo e i familiari mandano in frantumi il Pronto Soccorso COMMENTA  

Catania, muore un giovane ragazzo e i familiari mandano in frantumi il Pronto Soccorso COMMENTA  

Un gravissimo incidente avvenuto a Catania, nella tarda serata di mercoledi, ha mietuto una giovane vittima, per il quale non c’è stato nulla da fare nonostante l’intervento del personale sanitario e l’immediato trasporto presso l’Ospedale Garibaldi di Catania.


Scomposta e violenta la reazione dei familiari, che dopo avere appreso della morte del giovane ragazzo, hanno aggredito fisicamente il personale medico e infermieristico del nosocomio etneo, arrecando anche gravi danni alle strutture  agli oggetti presenti all’interno del pronto soccorso. Sono stati danneggiati, carrelli, defibrillatori, mentre un parente della vittima ha cagionato una ferita all’orecchio ad un infermiere. Sul posto sono prontamente intervenuti i poliziotti per sedare la rissa, poichè la sola presenza della guardia giurata non è stata sufficiente per riportare la calma.


Sulla grave vicenda è intervenuto il sindacato del personale infermieristico CNI-FSI, nella persona del Segretario Territoriale, Vincenzo Messina, che ha stigmatizzato l’aggressione avvenuta contro il personale sanitario dell’Ospedale Garibaldi: “Cogliamo l’occasione per porgere la nostra solidarietà ai colleghi coinvolti nelle aggressioni, assicurando che questa organizzazione sindacale continuerà a vigilare”.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*