Come diventare archeologo forense COMMENTA  

Come diventare archeologo forense COMMENTA  

image

 

Quando si conducono delle indagini, per risalire a chi ha commesso un crimine, sono molte le figure professionali di cui si può avere bisogno, perchè molteplici e di varia natura possono essere gli indizi che si hanno a disposizione, e che possono consentire di identificare un colpevole.


La figura dell’archeologo forense serve a dare una mano alle forze dell’ordine nel momento in cui si ritrovino resti umani anche molto deteriorati, ovvero nei casi in cui il crimine è stato commesso ad una certa distanza di tempo nel passato.

Infatti l’archeologo forense ha competenze tali da poter ricavare delle informazioni da quei resti, sia per l’identità della vittima, sia per il modo in cui è stata uccisa.

Il cursus studiorum che conduce ad acquisire una simile competenza dunque è molto lungo e si compone di varie tipologie di studi: di base serve una laurea in scienze naturali o biologia, per poi conseguire dei master in antropologia forense, che fornisce le conoscenze specifiche del settore.

In seguito ci si può iscrivere negli elenchi da cui attingono i tribunali per avere consulenze professionali.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*