Diffamazione aziendale su Facebook, lettera di diffida

Aziende

Diffamazione aziendale su Facebook, lettera di diffida

diffamazione aziendale facebook

Post ingiuriosi e diffamazione aziendale via Facebook. Potrebbe non essere espressione della libertà di pensiero: è reato di diffamazione.

Il mondo dei social può rivelarsi fastidioso, specie se utilizzato in modo non del tutto appropriato. Uno dei fenomeni più diffusi, in questo momento, riguarda la diffamazione via Facebook.

Cos’è la diffamazione aziendale via Facebook

Chi ha un’azienda si imbatte sempre più di frequente in commenti negativi sulla propria attività espressi da utenti Facebook tramite post sui loro profili. Esprimere un’opinione è lecito, però occorre prestare attenzione a non violare la normativa commettendo il reato di diffamazione.

L’inquadramento normativo potrebbe essere quello dell’articolo 595 comma terzo del Codice Penale. In tal senso, diffondere commenti negativi su un’azienda tramite Facebook può essere considerata diffamazione. Da considerarsi anche che si può ipotizzare l’aggravante data dall’avere fatto uso di un social, equiparabile a un mezzo di pubblicità.

Difendersi inviando una lettera di diffida

I titolari di aziende che sono oggetto di continuati commenti negativi da parte di utenti Facebook potrebbero decidere di rivolgersi ad un legale e inviare una lettera di diffida.

Il contenuto di tale documento è molto semplice.

Si informa l’utente autore dei commenti del fatto che le azioni da lui commesse configurano un reato di diffamazione e lo si invita a eliminare i post in questione e a non inserirne di nuovi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...