La lega al letto e la colpisce con un crocifisso per purificarla

Cronaca

La lega al letto e la colpisce con un crocifisso per purificarla

Violenza folle a Ciriè, in provincia di Torino, dove una donna di 87 anni è stata prima legata al letto per poi essere colpita al volto nientemeno che con un crocifisso. L’autore del terribile gesto è il nipote 63enne, Domenico Baudino, geometra, il quale dopo aver immobilizzato l’anziana e averla riempita di notte le ha sferrato un colpo violento al viso con il crocifisso. Alle forze dell’ordine ha poi spiegato per quale ragione lo ha fatto: “Mi disturbava. – ha detto – Soprattutto di notte, quando si svegliava spesso per andare al bagno. Ho pensato che dovesse essere purificata“.

I carabinieri hanno notato l’uomo affacciato al balcone della sua abitazione e si sono resi conto che qualcosa non andava: oltre ad avere una maglietta sporca di sangue appariva molto scosso. Sono quindi intervenuti nella sua abitazione, scoprendo la zia dell’uomo bloccata nel letto e ferita al volto. Il 63enne è stato arrestato con le accuse di tentato omicidio e sequestro di persona mentre la zia è stata trasportata in ospedale.

Baudino dovrà essere anche sottoposto ad una serie di accertamenti psichiatrici, per capire se fosse in grado di intendere e volere quando ha compiuto il folle gesto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche