Lavorare prima delle 10 mattina? Stress e stanchezza

Lavorare prima delle 10 mattina? Stress e stanchezza

News

Lavorare prima delle 10 mattina? Stress e stanchezza

lavorare

Un ricercatore di Oxford dimostra che lavorare prima delle 10 di mattina causa stress, perdite di memoria e calo delle difese immunitarie.

Un nuovo studio dell’Università di Oxford sostiene che iniziare a lavorare prima delle 10 di mattina è deleterio per il nostro organismo. La ricerca è stata condotta da Paul Kelley che da anni studia l’argomento. La maggior parte degli uffici ha come orario fisso 9-17. Questa fascia della giornata però non è allineata con le esigenze dell’organismo delle persone sotto i 55 anni. I rischi causati dallo svegliarsi al canto del gallo sarebbero parecchi. Kelley elenca lo stress del dover correre al lavoro appena alzati, la naturale stanchezza per il poco sonno e la conseguente minore produttività. Ma aggiunge che ci sono anche rischi più gravi: il calo delle difese immunitarie, l’aumento di peso e la perdita di memoria. Tutte queste controindicazioni sono associate allo stress di dover arrivare presto in ufficio. Posticipare l’orario dei giovani dipendenti dopo le 10 del mattino sarebbe redditizio per tutti: gli impiegati sarebbero più rilassati e felici e quindi più produttivi.

“Per questo sarebbe necessario fare una grande rivoluzione e rispettare l’orologio biologico delle persone nell’organizzare l’attività professionale” afferma Kelley. Per sostenere la sua teoria il ricercatore ha pure creato una campagna promozionale. Intanto alcuni test dimostrano che i bambini di 10 anni non si concentrano prima delle 8.30, i sedicenni hanno un calo dell’attenzione prima delle 10 e gli universitari sono meno produttivi prima delle 11.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche