Madia: ‘Il dipendente pubblico che non lavora va mandato a casa’

News

Madia: ‘Il dipendente pubblico che non lavora va mandato a casa’

Lo scandalo dei ‘furbetti del cartellino’ continua ad imperversare in tutta Italia, dopo i recenti fatti del comune di Sanremo, e le inchieste del tribunale di Imperia che hanno smascherato il ‘vizietto’ di decine di impiegati comunali, che timbravano il cartellino per poi dedicarsi ad altra attività, anzichè espletare le proprie funzioni.

Sull’argomento è intervenuto il ministro della pubblica amministrazione, Marianna Madia, che ha annunciato un giro di vite da parte del governo contro il malcostume dell’assenteismo: ‘Un dipendente pubblico che dice che va a lavorare e poi non ci va, deve essere licenziato’ ha tuonato il ministro riferendosi ai recenti fatti di Sanremo, ma ha voluto sfatare il luogo comune secondo il quale il malcostume dei ‘furbetti del cartellino’ è una costante nel nostro paese: ‘Non è vero che tutti i dipendenti P.a. siano fannulloni’ ha esclamato il ministro , intervenendo al convegno organizzato da Rete Imprese Italia, sulla semplificazione amministrativa.

La Madia ha anche parlato di quanto fatto dal governo Renzi in tema di p.a.

e di quanto il governo intenderà fare per rendere la macchina burocratica dello Stato sempre più efficiente e moderna: ‘L’intenot del governo è quello di fare dell’Italia un Paese semplice. Un Paese – ha aggiunto – dove è semplice lavorare, investire e fare impresa. Per questo serve una grande riforma per sbloccare gli investimenti, perchè non penso che sia più accettabile – ha proseguito il ministro – lasciare gli imprenditori ostaggio di incertezze di tempi e di regole‘.

A replicare alla dura presa di posizione della Madia, ci ha pensato l’ex ministro Brunetta che ha bacchettato alcune ‘disattenzioni’ del ministro: ‘Forse la brava ministra – sostiene Brunetta – in questo primo anno e mezzo a Palazzo Vidoni non si è accorta che la legge per mandare a casa e licenziare definitivamente i dipendenti pubblici che non lavorano esiste già, è il decreto legislativo 150 del 27 ottobre 2009, che attua la legge 15 del 4 marzo 2009, la cosiddetta legge Brunetta.

Norma chiara e trasparente che regola, tra le altre cose, la definizione della tipologia di infrazioni che comportano il licenziamento per un dipendente pubblico. C’è già tutto, basta applicare le leggi‘.

1 Trackback & Pingback

  1. Madia: ‘Il dipendente pubblico che non lavora va mandato a casa’ | Braincell

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche