Mafia Capitale: nuovi arresti, gestione migranti sotto inchiesta

News

Mafia Capitale: nuovi arresti, gestione migranti sotto inchiesta

Sono 44 le persone arrestate dai Carabinieri del Ros nell’ambito della nuova ondata dell’inchiesta Mafia Capitale.

Fra queste, Luca Gramazio, l’ex consigliere dimissionario di Forza Italia in Regione Lazio, l’ex presidente del Consiglio comunale di Roma, Mirko Coratti del Pd, l’ex assessore Daniele Ozzimo del Pd, i consiglieri comunali Giordano Tredicine e Massimo Caprari, l’ex presidente del X Municipio di Ostia Andrea Tassone e Angelo Scozzava ex responsabile del dipartimento Servizi Sociali e Salute del comune di Roma. Ai domiciliari anche l’ex presidente della Lega Coop Regione Lazio Stefano Venditti.

Punto focale delle indagini è ancora la gestione dei centri di accoglienza per gli immigrati, attorno ai quali si era sviluppato un “ramificato sistema di corruzione” che aveva portato un gruppo di imprese all’accesso ai finanziamenti pubblici e che ruotava attorno ad un consistente giro di tangenti.

Sembra confermato il ruolo cruciale di Luca Odevaine, funzionario al Tavolo di Coordinamento Nazionale sull’accoglienza per i richiedenti e titolari di protezione internazionale, il cui ruolo, secondo le carte della Procura, era quello di “garantire consistenti benefici economici ad un ‘cartello d’imprese’ interessate alla gestione dei centri di accoglienza, determinando l’esclusione di imprese concorrenti dall’aggiudicazione dei relativi appalti”.

“Tu c’hai idea quanto ce guadagno sugli immigrati? Il traffico di droga rende meno”, aveva detto, nel corso di una telefonata intercettata, Salvatore Buzzi, l’uomo della cooperativa 29 giugno.

Una frase che ricorda a tutti la centralità di questa inchiesta nell’ambito della gestione del problema migranti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...