Mistero: Le sfere del Costa Rica (Cosa sono e da dove provengono?) COMMENTA  

Mistero: Le sfere del Costa Rica (Cosa sono e da dove provengono?) COMMENTA  

Quando si ritrovano oggetti non identificati si avviano sempre speculazioni e teorie sulla loro provenienza, a cosa servono e chi le ha fatte. Questo è il caso delle sfere di pietra scoperte nel 1940 dalla United Fruit Company in Costa Rica. Dopo aver tagliato alcuni alberi per creare una piantagione di banane, i bulldozer per caso spinsero fuori dal terreno le pietre. Queste sfere sono di varie dimensioni, che variano da pochi centimetri ad almeno un paio di metri di diametro. Il più grande pesa quasi 16 tonnellate.


Purtroppo molte delle sfere sono state danneggiate e distrutte da coloro che le maneggiavano. Alcuni credevano che potessero contenere oro e si presume chele abbiano aperte per scoprirne il contenuto.  A causa di incidenti sul campo e incendi molte di queste pietre sono rimaste frammentate.


Si stima che ci possano essere circa 300 di queste sfere composte da granodioriti e Coquina. La granodiorite è una dura roccia ignea che si trova in Costa Rica, e rappresenta l’elemento maggiore presente nelle sfere. Tuttavia, la coquina è un tipo di pietra fatta di gusci di crostacei e depositi di sabbia, e solo pochi sembrano essere fatti di questo materiale in quanto si sarebbe dovuto portare, verso l’interno dell’isola dal mare, nel luogo dove sono state ritrovate queste pietre. Queste sfere sono state fatte da persone del posto, che avrebbero speso molto tempo nella loro creazione. Probabilmente usando qualcosa di simile a uno scalpello e un martello, i grandi massi sono stati sbeccati, riscaldati e raffreddati fino a quando non raggiungevano la forma sferica desiderata. Dopo aver fatto questo primo lavoro si passava presumibilmente a lucidarle, visto i alcuni ritrovamenti che testimoniano una superficie liscia sulle sfere.


Anche se come al solito quando qualcosa di strano viene scoperto, si da’ credito alle voci sul presunto zampino creativo degli alieni, è più probabile che essi siano stati creati dagli antenati della regione dell’Honduras in Columbia. Queste persone vivevano in piccoli villaggi dalle case arrotondate. E ‘difficile dare loro una datazione, ma si ritiene che potrebbero essere state prodotte tra il 200 a.c e il XVI secolo. E’ difficile dire che cosa rappresentino queste sfere e perché siano state ideate. Molte di esse sono risultate essere disposte per creare forme, in corrispondenza di alcune linee che le segnano sulla superficie lucida. Alcuni dicono che sono state collocate per identificare gli allineamenti planetari, alcuni dicono che venivano usate come una bussola (certe sono state ritrovate in cima alle colline dell’isola). Addirittura certe persone credono che possano essere collegate alla città perduta di Atlantide. Qualunque opinione deve rimanere nei limiti degli elementi che identificano le pietre. Ci deve essere qualche motivo perchè siano rotonde e prodotte in varie dimensioni. Purtroppo molto poche rimangono nella loro posizione originaria, in modo che probabilmente non sarà mai possibile conoscerne l’antica collocazione.

L'articolo prosegue subito dopo


Chiamate Las Bolas, queste pietre sono ora situate in vari luoghi del Costa Rica. Sono decorate con esse i prati del Museo Nazionale del Costa Rica, l’Università, e anche alcuni ospedali e Centri del Governo. Due esemplari sono arrivati negli Stati Uniti. Uno si trova presso la National Geographic Society di Washington DC e uno vicino al Museo Peabody di Archeologia ed Etnografia a Cambridge, Massachusetts, presso la Harvard University. Se per caso capitate in uno di questi luoghi, può essere emozionante vedere dal vivo queste sfere antiche e formare una propria opinione sulla loro origine così misteriosa.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*