Nudismo in un ristorante: apre a Parigi il nuovo locale per i nudisti
Nudismo in un ristorante: apre a Parigi il nuovo locale per i nudisti
News

Nudismo in un ristorante: apre a Parigi il nuovo locale per i nudisti

nudismo

Ultime notizie, a Parigi apre un locale per nudisti. Niente più tabù, il nudismo è ammesso anche in pubblico nella capitale francese

Chi l’avrebbe mai detto che il nudismo sia diventato così di moda? Ebbene è fresca fresca la notizia che a Parigi ha aperto i battenti “O’Naturel“. Di strano non c’è niente, il cibo è buono, i pranzi serviti con garbo, però di coperto c’è solo il tavolo.

Il nudismo al ristorante

Si chiama “O’Naturel” il primo locale a Parigi, dove si mangia in tenuta adamitica, ma senza foglia, forse questa si potrebbe usare come tovagliolo. Il nudismo senza alcun pudore.

Londra e New York, hanno anticipato la capitale francese. Sono stati i fratelli gemelli Mike e Stephane Saada ad aprire in Francia il primo ristorante dove si mangia solo e completamente nudi. Si chiama “O’ Naturel” e si trova a Parigi in rue de Gravelle.

Il locale ha visto la sua inaugurazione con una cena riservata ai componenti dell’associazione naturista di Parigi. Naturalmente i nudisti si saranno sentiti al centro della scena.

Il nudismo rivalutato

La prima sera abbiamo invitato solo i membri dell’Associazione naturista di Parigi perchè hanno sostenuto la nostra iniziativa fin dall’inizio, e quindi abbiamo riservato loro la serata inaugurale: aspettavano con impazienza quest’apertura e sembrano essere molto contenti del risultato“, questo è il commento dei due fratelli durante la serata.

Ricordiamo che il numero dei nudisti in Francia è molto alto.

Si annoverano 2,6 milioni e circa 460 aree dedicate al nudismo, dai campeggi alle spiagge fino alle piscine.

Un ristorante per nudisti

Come si devono comportare i clienti, che frequentano tali locali? Presto detto, una volta entrati nel ristorante, i clienti devono necessariamente svestirsi e lasciare tutti i loro abiti al guardaroba. Solo a questo punto possono prendere posto.

I prezzi per una pasto in clima di nudismo non sono molto alti. Con l’esclusione del vino si pagano infatti circa 50 euro. La stessa somma, o quasi, che si sborsa in un ristorante “normale”.

Naturalmente si può consultare il menù sul sito ufficiale di “O’ Naturel“. Mettendo al bando pudore e timidezza si può anche provare.

In Italia il ristorante nudista

Ricordiamo, per chi non ne fosse a conoscenza, che anche in Italia esistono locali simili. Il ristorante Italo Americano di Cerro Maggiore, a pochi km da Milano è uno di questi, ma ne possiamo trovare altri.

In questo ristorante si può, anzi si deve, mangiare completamente nudi.

Vengono offerti e serviti: hamburger, patatine fritte e piatti stile Happy Days. Questo è il primo ristorante italiano per nudisti.

Pensate che ha addirittura il nulla osta dell’Associazione naturista italiana. Solo una volta alla settimana si può trascorrere un piacevole momento conviviale senza il peso dei vestiti addosso.

Il nudismo, sensazioni

L’imbarazzo dei primi minuti colpirà certamente, il nudismo non è per tutti. C’è chi dice che cenare completamente nudi è un’esperienza da fare almeno una volta nella vita.

È sicuramente un modo conviviale divertente e liberatorio. Ci si deve sentire liberi e comodi. Niente di voyeuristico, solo una sana consapevolezza del proprio corpo.

Le regole del locale in questione devono essere rispettate. Tutti i clienti dovranno essere nudi. E’ permesso solo un asciugamano su cui sedersi, per motivi igienici e un marsupio in cui riporre gli effetti personali.

In Italia c’è Romeo

Romeo è il cognome, il nome sembra sia top secret, ha voluto importare la moda anche in Italia.

Dallo scorso luglio, si sono tenute le prime cene in déshabillé. Il nudismo ha focalizzato l’intera attenzione solo sui piatti e non sui vestiti dei commensali.

Lo chef non propone solo degustazione, ma anche momenti di svago con balli e musica live, tutto in piena libertà. Presenti anche piccole mostre d’arte in cui il tema, ça va sans dire, è il nudo.

Una serata piacevole, sicuramente diversa dalle solite, in cui assaporare piatti delle tradizioni, senza dovere attendere troppo che le fidanzate si preparino.

E i camerieri? Pericolo scottature? Nuove tendenze e generazioni con idee innovative, che dite: nudismo sì o no?

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche