Papa nero, chi è il gesuita Arturo Sosa

Attualità

Papa nero, chi è il gesuita Arturo Sosa

papa-nero-arturo-sosa-abascal

Si chiama Arturo Sosa Abascal, da pochi giorni eletto nuovo superiore generale dei gesuiti. Ecco chi è il nuovo papa nero.

Lo scorso 14 ottobre la 36 esima congregazione generale si è riunita per eleggere il nuovo papa nero, il superiore generale dei gesuiti. 212 elettori, tutti appartenenti all’ordine dei gesuiti e provenienti da tutto il mondo in rappresentanza di 66 paesi. Il nome scelto è quello di Arturo Sosa Abascal, 68 anni, originario di Caracas, in Venezuela, dove è nato il 12 novembre del 1948.

Il 30 esimo successore di Sant’Ignazio di Loyola, fondatore dell’ordine dei gesuiti nel 1540, ricopriva già l’alto incarico di delegato per le case internazionali e, nel suo paese, è un esponente culturale di primo piano, addottorato di Scienze Politiche alla Universidad Central de Venezuela.

Arturo Sosa Abascal è il successore dello spagnolo Adolfo Nicolas, dimessosi a 80 anni dall’incarico di superiore generale. Per la Compagnia del Gesù è un momento molto particolare, dal momento che anche, e per la prima volta, l’attuale pontefice Francesco I è un gesuita.

“Ho il sentimento di avere bisogno di tanto aiuto” ha dichiarato Arturo Sosa Abascal dopo la sua elezione, “adesso incomincia una grande sfida”. Poi, parlando a Radio Vaticana, ha aggiunto di nutrire la speranza “che la Congregazione ci porti avanti con un bel gruppo di lavoro e anche con orientamenti molto precisi per potere andare avanti: questo non è il lavoro di una persona, è il lavoro del corpo della Compagnia”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...