Parla la vittima di un attacco di acido: userò i soldi del gioco del “Milionario” per le operazioni

Attualità

Parla la vittima di un attacco di acido: userò i soldi del gioco del “Milionario” per le operazioni

Sonali Mukherjee, vittima dell’acido, ha partecipato alla versione indiana di “Chi vuol essere milionario”, per vincere, ha raccontato alla ABCNews.com che lei utilizzerà il premio vinto per finanziare la sua ricostruzione facciale.

“La mia famiglia è povera”, ha raccontato alla ABC, martedì al telefono dalla sua casa di New Delhi. “Hanno usato tutti i soldi per le mie operazioni, ma abbiamo dovuto rinunciare ai trattamenti”.

9 anni fa, quando stava studiando sociologia a est di Dhanbad, tre compagni di college le cui avances lei aveva respinto hanno fatto irruzione in camera sua versandole sulla faccia l’acido. L’attacco l’ha lasciata sfigurata, cieca e parzialmente sorda.

9 anni dopo l’attentato del 22 aprile 2003, ha deciso che non poteva più nascondersi. Ha fatto un appello al governo indiano perché l’aiutasse per la ricostruzione della pelle del viso, richiedendo pene severe per i suoi assalitori, che sono stati rilasciati su cauzione dopo tre anni di prigione.

Mukherjee ha anche tentato di commettere il suicicdio, che è illegale in India, per uscire dal suo dolore.

“Ero senza speranze e non avevo aiuti.

Non volevo più vivere. Le condizioni per il mio trattamento erano difficili”, ha raccontato alla ABC.

Un po’ di tempo dopo il suo appello ha iniziato a ricevere degli aiuti. “Ho iniziato a ricevere chiamate e messaggi, e parecchie persone sono venute in mio aiuto. Ora sento che la speranza è con me, non voglio più morire”, ha raccontato alla ABC.

Nel tentativco di ottenere più fondi, ha deciso di partecipare come concorrente alla versione indiana di “Chi vuol essere milionario”, lo stesso show che era al centro del capolavoro vincitore dell’Oscar del 2008, “The milionaire”.

Ha risposto correttamente a tutte e 10 le domande, vincendo la cifra di 2.5 milioni di rupie, pari a 46.000 $, che utilizzerà per la ricostruzione facciale.

L’attore di Bollywood, Amitabh Bachchan, ha definito Muckerjee, “il simbolo del coraggio” quando ha saputo di aver vinto.

L’india è considerato il 4° paese al mondo più pericoloso per le donne, dopo l’Afganistan, il Congo e il Pakistan, secondo una stima di luglio 2012 presentata dalla Reuters Foundation.

Secondo uno studio, circa 153 attacchi di acido sono capitati in India tra il 2002 e il 2010, 3000 in Bangladesh tra il 1999 e il 2010 e 271 in Cambogia tra il 1985 e il 2010.

Lo stupro recente di una strudentessa di 23 anni su un bus a New Delhi hanno attirato l’attenzione portando i cittadini a manifestare contro la violenza e gli stupri.

Per Muckherjee, la strada è ancora lunga e inizia solo adesso. “Io ho subito 22 operazioni e devo ancora farne. Quando mi dimettteranno, vorrò aiutare le persone come me. Voglio parlare alla fondazione per aiutare quelle come me, ma io per prima devo stare meglio. Posso riscuotere il mio premio in due mesi”, ha raccontato dicendo di sperare di tornare all’università un giorno. “Ero sul punto di laurearmi prima dell’attacco. Adesso sogno di tornare all’università, ottenere il diploma e imparare a usare il computer”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche