Piastra per capelli, i dieci errori da evitare COMMENTA  

Piastra per capelli, i dieci errori da evitare COMMENTA  

10-errori-da-non-fare-quando-utilizzi-la-piastra-per-capelli-638x425

Utilizzando la piastra per capelli si commettono alcuni errori comuni che sono piuttosto banali e che però possono rovinare la capigliatura. Per usare nella maniera migliore la piastra lisciante bisogna fare attenzione a non commettere questi errori (ne abbiamo selezionato dieci per voi):

  • Non spazzolare i capelli: prima di procedere alla piastra è indispensabile pettinare accuratamente i capelli, districando eventuali nodi presenti tra le ciocche.
    Meglio utilizzare un pettine con i denti larghi o una spazzola in legno per avere un effetto districante maggiore;
  • Passare la piastra sui capelli ancora bagnati: il calore dell’apparecchio sui capelli bagnati avrà un effetto disastroso, potrebbe infatti bruciarli rendendoli difficili da pettinare ed anche sfibrati.

    Prima di procedere con la piastra, quindi, badate bene che i capelli siano asciutti perfettamente;

  • Non suddividere i capelli in ciocche: per far durare molto di più la piega è opportuno dividere i capelli in diverse ciocche.

    Bisogna dividere la capigliatura intera in sezioni, partendo da dietro alla nuca e fissando le lunghezze con una pinza sulla parte alta del capo. Lo styling si comincia dal collo e poi prosegue sugli altri lati.

    L'articolo prosegue subito dopo

    In questo modo la piega risulterà più ordinata e manterrà più tempo;
  • Non utilizzare un termo protettore: se si utilizza spesso la piastra, sarebbe opportuno procurarsi un prodotto che sia in grado di proteggere i capelli dal calore emanato dall’apparecchio. Lo spray termo protettore andrebbe spruzzato sui capelli e le singole ciocche prima di passare la piastra;
  • Scegliere la piastra in base al prezzo: prima di acquistare una piastra bisogna considerare diversi fattori, che non è soltanto il prezzo: meglio rivolgersi al proprio parrucchiere di fiducia per avere un valido consiglio;
  • Non lasciare raffreddare le ciocche: per ottenere un miglior fissaggio della piega conviene fare raffreddare le singole ciocche prima di fissarle con gel o lacca o prima di toccarle;
  • Non controllare la temperatura: per non rovinare i capelli è consigliabile regolare la temperatura della piastra, impostandola ai gradi giusti. La temperatura non deve essere né troppo alta né troppo bassa: è preferibile impostarla in modo tale che velocizzi la messa in piega senza rovinare i capelli;
  • Le dimensioni della piastra contano: chi ha i capelli corti con frangia dovrebbe optare per una piastra piuttosto lunga e stretta, invece chi ha i capelli lunghi potrebbe trovare più agevole l’utilizzo di una piastra di dimensioni più grandi;
  • Stare troppo vicino alla cute: un altro errore comune è quello di avvicinare troppo la piastra al cuoio capelluto, alle orecchie, al viso. E’ importante invece mantenerla lontana (qualche cm di distanza) per evitare bruciature e scottature;
  • Scegliere lo shampoo sbagliato: se si vuole ottenere una piega liscia è meglio utilizzare uno shampoo specifico per capigliature lisce, se invece si desidera avere un effetto più corposo e sinuoso meglio optare per uno shampoo che dia volume e combatta l’effetto crespo.

 

Leggi anche

Donna

Leggings hot: le foto più belle

Leggings in pelle, in vinile, in strass, con borchie, strappi, in pizzo, maculati, con fiocchi e perline: ecco tutti i modelli più sexy Volete essere all’ultima moda? Ecco cosa indossare: i leggings, si adattano davvero Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*