Screening per il cancro al seno riduce la mortalità in modo più efficace del trattamento farmacologico COMMENTA  

Screening per il cancro al seno riduce la mortalità in modo più efficace del trattamento farmacologico COMMENTA  

Regolari controlli a raggi X riducono i tassi di mortalità di quasi il 16 per cento, mentre la terapia farmacologica solo il 14 per cento, secondo un recente studio.


Nel Regno Unito tutte le donne di età compresa tra 47 e 73 sono chiamate per lo screening del seno. Le donne più giovani sono chiamate se un parente stretto ha avuto il cancro al seno.


L’introduzione di uno screening biennale nell’età compresa tra i 50 e 75 nei Paesi Bassi ha dimunito le morti al 48,8 su 100.000 donne l’anno.

La combinazione di screening e il trattamento ha comportato una riduzione complessiva della mortalità del 27,4 per cento.
La ricerca è stata presentata all’ottava Conferenza europea contro il cancro al seno a Vienna.

L'articolo prosegue subito dopo

Il ricercatore Rianne de Gelder della Erasmus University Medical Center, Rotterdam, detto ‘Il nostro studio mostra anche in presenza di terapia farmacologica, che lo screening mammografico è altamente efficace nel ridurre le morti per cancro al seno ed è leggermente più efficace del trattamento farmacologico.’

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*