Siria: ISIS lapida due uomini omosessuali COMMENTA  

Siria: ISIS lapida due uomini omosessuali COMMENTA  

Siria: ISIS lapida due uomini omosessuali novità

In Siria due uomini sono stati lapidati dai boia perché omosessuali. La scena, prima della loro uccisione, si svolge in piazza dove sono trascinate le due vittime bendate che, prima di essere uccise, vengono abbracciate dai boia, i quali sussurrano ai due uomini che, in questo modo sono perdonati per il loro “peccato”.

Leggi anche: Isis: video della bimba che ringrazia i soccorritori

I due uomini sono stati lapidati con ferocia nella provincia di Homs. Secondo quanto appreso dal The Daily Mail, i due condannati sembrano tranquilli, tuttavia, non è da escludere che prima della loro uccisione, siano stati drogati. Drogare le vittime prima della loro morte, è una pratica recente adottata dall’ISIS.

Leggi anche: Isis: possibili attentati a New York 24 novembre 2016

Prima dell’uccisione, le foto presenti in internet, che mostrano la didascalia: “Allah perdonali e abbia misericordia di loro”, mostrano uno degli incaricati che abbraccia le vittime pronte per la lapidazione. Inoltre, nonostante i due uomini fossero stati perdonati dai boia, non hanno avuto la possibilità di sfuggire al loro triste destino.

Leggi anche

attentato-terroristico-istanbul
Esteri

Attentato terroristico a Istanbul: autobomba vicino allo stadio, 13 morti

Ore di terrore a Istanbul per un attentato terroristico avvenuto vicino allo stadio della squadra di calcio Besiktas. Un'esplosione devastante, visibile a chilometri di distanza, quella provocata da un'autobomba diretta contro un bus di poliziotti anti-sommossa, che ha ucciso almeno 13 persone, ferendone a decine; si tratta di un bilancio ancora provvisorio che potrebbe peggiorare nelle prossime ore. Tutto è accaduto dopo la conclusione del match della massima divisione turca tra il Besiktas e il Bursarpor. Mentre i giornalisti erano impegnati nei commenti e nelle interviste del dopo partita si è sentita una fortissima esplosione, catturata anche in diretta tv. Leggi tutto

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*