Terrorizza i passanti con un coltello: arrestato 51enne marocchino

Roma

Terrorizza i passanti con un coltello: arrestato 51enne marocchino

terrorrizza

Uomo con coltello terrorizza i passanti. A Termini, nei pressi della stazione si stava aggirando armato di coltello con la volontà di ferire qualcuno.

Terrorizza i passanti con un coltello. Accade a Termini, nei pressi della stazione. Un uomo in via Turati si stava aggirando fendendo un coltello con la volontà di ferire qualcuno. Per fortuna, poco dopo, le forze dell’ordine sono riuscite a fermarlo in Piazza Vittorio. Il folle è stato arrestato con l’accusa di resistenza, lesioni al pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato e possesso ingiustificato di oggetto atto ad offendere.

Momenti di tensione

Tutto accade nei pressi della stazione romana di Termini. Un uomo all’altezza di Via Turati si stava aggirando con un coltello con lo scopo di spaventare e ferire i passanti. Per fortuna nessuno è rimasto ferito. I cittadini romani hanno subito chiamato le forze dell’ordine perchè accorressero nel minor tempo possibile per fermare l’uomo. La Polizia del Viminale, grazie alle descrizioni dettagliate dei passanti, è riuscita a costruire un identikit il quale ha permesso di trovare il delinquente molto velocemente.

In Piazza Vittorio il malvivente è stato fermato. Alla domanda “ci mostri i documenti” l’uomo è impazzito e ha opposto resistenza alle forze dell’ordine. E’ un 51 enne di nazionalità marocchina senza fissa dimora. Dopo una discussione accesa i poliziotti, questi sono riusciti a bloccarlo e a perquisirlo. Nella tasca dei pantaloni è stato ritrovato il coltello segnalato dai passanti. L’uomo in questo momento è in stato di fermo con l’accusa di resistenza, lesioni al pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato e possesso ingiustificato di oggetto atto ad offendere.

Altri casi recenti

L’uomo fermato a Roma Termini è solo uno dei tanti che tentano e hanno ferito i passanti. Alcuni hanno anche ucciso. A Sciaffusa, a Luglio di quest’anno un uomo è stato sorpreso con in mano una motosega. Nella città Svizzera si è scatenato il panico più assoluto. Sembrava di assistere ad una scena di un film dell’orrore. L’uomo ha ferito ben cinque persone, due in modo particolamente grave.

Non è stato un caso di presunto attacco terroristico, solo pura follia. Ad agosto, sempre di quest’anno, in Russia una persona psichicamente instabile ha ferito ad accoltellate sette passanti per poi rimanere ucciso dalla polizia. A Turku, in Finlandia, il giorno precendete un ragazzo marocchino di soli 18 anni ha accoltellato una decina di persone. Per la maggioranza donne, uccidendone due. Questo settembre a Tolosa un uomo mentre urlava “Allah Akbar” ha ferito alcuni passanti, ma per fortuna è stato subito fermato dalla autorità locali.

Casi “storici”

Nel 2014 un caso molto celebre vede come protagonista un ragazzo di 33 anni che tra Sesto San Giovanni e Cinisello Balsamo ha ucciso una persona e ne ha ferite due. L’uomo è stato fermato mentre correva nudo ed insanguinato urlando “sono un uomo libero”. Il ragazzo stava camminando completamente nudo sulla pista ciclabile che porta al Parco Nord. Ha ferito a morte un uomo di 51 anni, Franco Mercadante, gestore di un autolavaggio.

Invece un altro uomo di 55 anni, Francesco e uno di 68 Dario hanno lottato tra la vita e la morte. Nel 2013 invece un uomo armato di piccone ha aggredito all’alba cinque persone di cui due sono morte e le restanti hanno subito gravi ferite. Non si dimentica anche il caso di Kabobo, il ghanese che ha ucciso con un machete ben tre passanti. Le vittime avevano 21 anni, 40 anni e 64 anni, e gli ha anche rubato il cellulare. L’aggressore è poi finito in un’ospedale psichiatrico giudiziario.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche