> > Accende la stufa e viene investita dalle fiamme ed uccisa

Accende la stufa e viene investita dalle fiamme ed uccisa

Inutile l'intervento tempestivo del 115

Accende la stufa e viene investita dalle fiamme ed uccisa in pochissimo tempo: Amalia Baggiano viveva da sola in una abitazione di campagna

Tragedia in Sicilia, dove una donna accende la stufa e viene investita dalle fiamme ed uccisa.

I media territoriali spiegano che una 59enne di Capo d’Orlando è rimasta vittima di un terribile incidente domestico. A perdere la vita in maniera orribile quanto inaspettata è stata la 59enne Amalia Baggiano, che è morta all’ospedale Cannizzaro di Catania.

Viene investita dalle fiamme ed uccisa

La vittima aveva riportato infatti gravissime ustioni mentre, nella sua abitazione di contrada Marmaro, a Capo d’Orlando, stava per accendere la stufa a legno.

Le esatte dinamiche di quel terribile sinistro sono ancora tutte da chiarire ed andrà accertato se la donna abbia accusato un malore o se le fiamme abbiano attecchito all’improvviso sui suoi abiti a seguito della semplice prossimità della 59enne alla stufa a legna. 

I soccorsi del 118 e il trasferimento in ospedale

Sta di fatto che Amalia, che secondo il racconto della Gazzetta del Sud viveva da sola in una casa di campagna, è stata soccorsa da 115 e 118 e prima trasferita all’ospedale di S.

Agata Militello quindi, per le gravi ustioni riportate, al “Cannizzaro” di Catania. Purtroppo in quel secondo nosocomio e malgrado cure tempestive la 59enne è deceduta. La magistratura potrebbe disporre l’autopsia sulla salma.