> > Addio a Napoleone, cane dell'elisoccorso "unico nella normalità"

Addio a Napoleone, cane dell'elisoccorso "unico nella normalità"

Napoleone in azione in una immagine iconica

Addio a Napoleone, cane dell'elisoccorso "unico nella normalità" e maestro insuperato nei tuffi lanciati dall'elicottero per salvare le persone

Dopo quasi tre lustri di una vita intensissima e dedicata per gran parte a salvare umani arriva l’addio a Napoleone, cane dell’elisoccorso “unico nella normalità”.

E quell’addio a Napoleone lo ha voluto dare la sua conduttrice Nicole Scudeletti, che su La Stampa e sui social ricorda il suo amico Sics morto a 13 anni. E l’esordio è esemplare a corredo di una foto con il cane in azione in terra elvetica: “Grazie Napoleone. Voglio ricordarti così. Un vero SuperpowerDogs durante l’esercitazione di elisoccorso in Svizzera. Con indosso l’imbrago speciale. I nostri cani sono fantastici. Quando ci lasciano ci può aiutare pensare le mille avventure vissute assieme”. 

Addio a Napoleone, cane dell’elisoccorso

Con queste parole non solo la conduttrice ma tutta la Scuola Italiana Cani Salvataggio sui social ricorda Napoleone, il cane morto a 13 anni dopo una lunga carriera di aiuto al prossimo. Il cane aveva prestato servizio come unità speciale di Protezione Civile sul lago d’Iseo,d’estate poi lavorava a bordo delle moto vedette della Polizia provinciale. Ha detto Nicole: “Napoleone era un cane grande oltre che un grande cane.

Mi ha circondato di meraviglia, permesso di fare millemila cose stupende e di conoscere persone e cani meravigliosi”. 

Era anche un donatore di sangue

“Napoleone era uno nella sua normalità. Abbiamo sempre fatto ciò che ci piaceva fare insieme. E per fortuna siamo tanti così”. A “Napo”, che era originario di Bergamo ed era anche donatore di sangue, nel 2014 era stato assegnato il Premio Internazionale Fedeltà del Cane che viene assegnato a Camogli.