×

Afghanistan, nuova stretta dei talebani: “Da oggi rasare le barbe è strettamente proibito”

Ritorno al passato più buio che mai in Afghanistan: rasarsi per gli uomini torna ad essere un tabù.

Novità dai talebani: vietato tagliare la barba

L’ultima novità che arriva dall’Afghanistan ci riporta indietro nel passato di vent’anni, quando, durante il primo Emirato islamico, gli uomini non potevano radersi. Oggi, nel 2021, i padroni di Kabul annunciano:

Siete urgentemente informati che da oggi rasare le barbe e mettere musica nei saloni da barba e nei bagni pubblici è strettamente proibito”.

Afghanistan, vietato tagliare la barba: la nuova misura dei talebani 

In aggiunta, chi non obbedirà “sarà punito secondo i principi della sharia e non avrà diritto di lamentarsi“. 

A seguito del ritorno alle impiccagioni ed alle punizioni corporali, dopo che le donne sono state rimesse ai limiti della società, escluse dalla politica, dall’istruzione, dal potere essere delle semplici ed umili lavoratrici, ora viene tolta la libertà agli uomi di radersi o di ascoltare musica nei saloni da barba.

I padroni di Kabul, inoltre, hanno fatto sapere che queste nuove misure saranno controllate, per far sì che vengano rispettate, dalla polizia religiosa: quest’ultima, infatti, è stata incaricata di eseguire i provvedimenti del rinato ministero per la Propagazione della virtù e la prevenzione del vizio.

A dire la sua su questo provvedimento, è stato Hafiz Rashid, direttore per l’Informazione dei talebani della provincia di Helmand, il quale ha fatto sapere che nuova misura verrà estesa anche a resto dell’Afghanistan.

Afghanistan, vietato tagliare la barba: le testimonianze dei barbieri

Testimonianze fresche arrivano da molti barbieri di Kabul. Uno ha raccontato che:

“Uno dei talebani mi ha detto che potrebbero mandare ispettori sotto copertura”.

Un altro ha, invece, riferito che studenti coranici gli hanno detto di smettere di seguire lo stile americano.

Tuttavia, le prime punizioni non si sono fatte attendere, stando a quanto riferisce il giornale Etilaatroz.

Un altro barbiere di Herat, ha detto che:

“I clienti non si tagliano le barbe per non essere presi di mira dai miliziani talebani per strada. Vogliono integrarsi e sembrare come loro. Per tanti anni il mio salone è stato un posto in cui i giovani potevano radersi come volevano e sembrare alla moda. Ma ora non ha più senso continuare con questo business”.

Afghanistan, vietato tagliare la barba e ritito dalla lista degli interventi

Nel frattempo, l’Afghanistan, al dibattito dell’Assemblea generale dell’Onu, si è ritirato dalla lista degli interventi: lì il nuovo inviato dei talebani non è stato riconosciuto al posto dell’ambasciatore nominato dall’ex presidente Ashraf Ghani. 

Contents.media
Ultima ora